Subreply To: Per il miglior utilizzo del Blog di kremmerz.it

Home Page Forum Il Forum della Schola Il vecchio Blog di kremmerz.it Per il miglior utilizzo del Blog di kremmerz.it Subreply To: Per il miglior utilizzo del Blog di kremmerz.it

admin Kremmerz
Amministratore del forum
Post totali: 839

Il 17 marzo 2005 la rivista Nature così riassumeva le risultanze della decifrazione del cromosoma X (ricerca, coordinata da MarKRoss, del Wellcome Trust Sanger Institute a Hinxton – Gran Bretagna – e confermata dallo studio indipendente di Alfredo Ciccodicola e Michele d’Urso, dell’istituto di Genetica e Biofisica “Adriano Buzzati-Traverso” – Cnr di Napoli).
1) Ci sono due genomi, uno dell’uomo e uno della donna: circa 250 geni del cromosoma X sono espressi in singola copia nei maschi e in doppia copia nelle femmine;
2) Il cromosoma Y, implicato nella differenziazione maschile deriverebbe una degradazione di parte del materiale genetico appartenente al cromosoma X;
3) Di gran lunga antecedente al cromosoma Y, il cromosoma X dà prova di essere frutto della fusione avvenuta circa 300 milioni di anni fa da due cromosomi normali.
La decifrazione è stata effettuata considerando il 99,3% dei geni contenuti nel cromosoma X per un totale di 1098.
Dai dati riportati si evince che l’intelligenza che regola la materia evidentemente le presiede e dispone le sue trasformazioni in una unità inafferrabile a chi considerasse la materia soltanto.
È recente la dimostrazione dell’esistenza del bosone di Higgs, vettore invisibile di massa, rilevabile solo per il fatto che in sua presenza le particelle costituenti gli atomi si agglomerano.
C’è dunque da presupporre che anche nell’essere umano la causa generante sia da ricercarsi in una matrice, magnetica quanto invisibile se non per i suoi effetti, capace di incresparne il protoplasma in una tipica quanto individua disposizione di atomi.
Come sempre, la scienza ermetica anticipa concetti che diventano più chiari col passare dei secoli. Scriveva infatti il Maestro Kremmerz: “Nell’ermetismo, in cui consideriamo la materia come unica, sempre, perché è cosmica, sia organica che inorganica, differente per tante varietà di aspetto, noi non intuiamo le differenze che per variazione dispositiva di atomi” e ancora “tutti gli uomini hanno la loro Maria od Iside particolare e non la conoscono, perché non vedono e non sentono la parte femminile della loro unità, trasformatrice e nutrice…” .
Original author: sal

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy