Reply To: SOLSTIZIO D’ESTATE 2015

Home Page Forum Il Forum della Schola Solstizi d’Estate SOLSTIZIO D’ESTATE 2015 Reply To: SOLSTIZIO D’ESTATE 2015

admin Kremmerz
Amministratore del forum
Post totali: 839

L’alternarsi delle stagioni “calde” con quelle “fredde” è uno dei temi più presenti nei miti. Ovidio narra, nell’opera “Metamorfosi”, il mito di Venere e Adone (simile all’ebraico Adonai…). Adone, figlio del rapporto incestuoso tra Cinira e Mirra, fanciulla che in seguito si trasformò nell’omonimo albero, famoso più come dono, fece innamorare fin da piccolo Venere e Persefone, le quali, in contesa per la compagnia del giovane, si rivolsero a Giove: questi decretò che Adone passasse sei mesi nell’Ade e sei mesi con Venere. Alla sua morte, venne trasformato nel fiore anemone e dal sangue di Venere stillato dai rovi che intralciavano la corsa verso il giovane alla dea, delle rose rosse (forse le stesse che mangiò quell’asino di Lucio?)… Curioso vedere come il mito si intrecci con la ben nota storia di Ade e Persefone collegata di nuovo all’alternarsi delle stagioni. Ma ciò che personalmente ho trovato più interessante è il notare come questi miti, narranti in diverse vesti lo stesso miracolo naturale delle stagioni – l’origine delle quali Ovidio fa risalire sotto l’età dell’argento – abbiano per perno centrale sempre una Dea, che cangia volto da Venere a Minerva (Kremmerz collegava quest’ultima alla Maria vittoriosa sul serpente, all’Immacolata concezione), a Proserpina (che Kremmerz assimilava alla più ctonia Mara), a Giunone, a Iside, a seconda delle virtù. Apuleio nell’ultimo libro dell’Asino d’oro, invoca la Regina del Cielo come Cerere alma, Venere celeste, venerabile Proserpina (triforme, come Ecate… e come tanti draghi….); e la Dea risponde presentandosi come madre degli Dei, Pessinunte, Minerva Cecropia, Venere di Pafo, Diana Dictinna, Proserpina Stigia (di nuovo, appellata così dai Siciliani trilingui), Cerere Attea, Giunone, Ecate, Bellona, Rammusia, o, col suo vero nome, Iside Regina. Regina sull’alternarsi delle stagioni, sull’alternarsi delle trionfo del sole sulle tenebre e della Vita sulla Morte, in un eterno ciclo. Regina delle trasformazioni, delle metamorfosi, le stesse che portarono lo stesso Lucio a ritrasformarsi da Asino, seguendo i consigli di Fotide (che in greco richiama Fos, o luce) a uomo, mangiando le ben note rose ( e incontrando un alto sacerdote che si chiamava Mitra, Dio persiano del Sole)… Dunque, un grazie di cuore per gli auguri della direzione, fatti sotto una bellissima immagine, ritraente il Sole, Apollo, così presente in questi giorni.
Original author: Cecio

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy