Reply To: LE APPLICAZIONI ALCHIMICO-ERMETICHE NELLA TERAPEUTICA DI GIULIANO KREMMERZ

Home/Il Forum della Schola/La parola al taumaturgo/LE APPLICAZIONI ALCHIMICO-ERMETICHE NELLA TERAPEUTICA DI GIULIANO KREMMERZ/Reply To: LE APPLICAZIONI ALCHIMICO-ERMETICHE NELLA TERAPEUTICA DI GIULIANO KREMMERZ

Home Page Forum Il Forum della Schola La parola al taumaturgo LE APPLICAZIONI ALCHIMICO-ERMETICHE NELLA TERAPEUTICA DI GIULIANO KREMMERZ Reply To: LE APPLICAZIONI ALCHIMICO-ERMETICHE NELLA TERAPEUTICA DI GIULIANO KREMMERZ

admin Kremmerz
Amministratore del forum
Post totali: 839

Anzitutto grazie per gli spunti di riflessione, sempre nuovi e stimolanti e sempre puntuali anche in epoca di ferie.
“Gli alchimisti (i filosofi non i ciarlatani) penetrano prima la composizione dei generatori e poi dei fenomeni generati…”. Ecco, ritengo enormemente importante questo passaggio in quanto nel gran parlare che si fa di alchimia si trascura l’uomo. (Diceva Kremmerz: “non perdetelo di vista MAI”).
Come si può pensare di trasformare la propria materia se non si sa come funziona il suo generatore (cioè noi)?
E come parlare di angelizzazione se non si sa come funziona l’entità da angelizzare?
E COSA significa ‘angelizzare’?
Mi domando: quando un essere umano è in fermento, cosa avviene alla sua materia? Quando si è entusiasti, innamorati, anelanti, lo spasmo di quella tensione interiore come si concretizza? Che effetti produce lo stato di esaltazione provocato da un evento significativo, il sentimento per l’amante o la ricerca (artistica…scientifica…)?
Risolti questi quesiti – e solo allora – credo si possa passare alla considerazione delle applicazioni alchimico-ermetiche.
Original author: filosobek

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy