Reply To: La preponderanza dell’elemento psichico-intelligente su quello fisico-chimico nella salute e nella malattia secondo la terapeutica ermetica. 1^ parte

Home/Il Forum della Schola/La parola al taumaturgo/La preponderanza dell’elemento psichico-intelligente su quello fisico-chimico nella salute e nella malattia secondo la terapeutica ermetica. 1^ parte/Reply To: La preponderanza dell’elemento psichico-intelligente su quello fisico-chimico nella salute e nella malattia secondo la terapeutica ermetica. 1^ parte

Home Page Forum Il Forum della Schola La parola al taumaturgo La preponderanza dell’elemento psichico-intelligente su quello fisico-chimico nella salute e nella malattia secondo la terapeutica ermetica. 1^ parte Reply To: La preponderanza dell’elemento psichico-intelligente su quello fisico-chimico nella salute e nella malattia secondo la terapeutica ermetica. 1^ parte

holvi49
Partecipante
Post totali: 91

Sono trascorsi cento anni ( un battito di ciglia nella storia della evoluzione) da quando il Maestro Kremmerz scriveva queste parole.
Oggi esse sembrano più attuali che mai. Sono ormai tanti i ricercatori, e tanti i nuovi orientamenti di studio, supportati anche da solide basi concrete nella ricerca scientifica di frontiera, che quanto affermato dal Kremmerz viene riconosciuto come realtà non solo nel campo della fisica ma, cosa più importante, nel campo della ricerca medica. Non solo viene riconosciuta una “intelligenza intrinseca” nella materia ma che addirittura questa, l’intelligenza, sia la peculiarità indispensabile della materia stessa. Ma si va oltre. Il pensiero, descritto dall’Ermetista napoletano, da sempre identificato come “elaborazione dell’encefalo”, entra nel campo della moderna fisica quantistica.
Già nel 1925 Sir James Jeans scriveva: “L’universo comincia ad assomigliare più ad un grande pensiero che ad una grande macchina…la mente non sembra più essere un intruso accidentale nel regno della materia…ma dovremmo piuttosto salutarla come colei che crea e governa il regno della materia”.
La fisica quantistica ha assolutamente verificato che le informazioni processate dalla nostra mente influenzano la configurazione del mondo in cui viviamo; con tutto ciò che questo implica riguardo al significato dell’esistenza umana, perché questa profonda consapevolezza non è divenuta parte del nostro mondo quotidiano? Scriveva Eddington: “ è difficile per il fisico con i piedi per terra accettare la visione secondo cui il sostrato di ogni cosa è di carattere mentale”.
Ma Giuliano Kremmerz vedeva molto, ma molto, lontano…

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy