Reply To: La Missione di Giuliano Kremmerz: la divulgazione dell’Ermetismo magico e la sistemazione della S.P.H.C.I.

Home/Il Forum della Schola/Giuliano Kremmerz/La Missione di Giuliano Kremmerz: la divulgazione dell’Ermetismo magico e la sistemazione della S.P.H.C.I./Reply To: La Missione di Giuliano Kremmerz: la divulgazione dell’Ermetismo magico e la sistemazione della S.P.H.C.I.

Home Page Forum Il Forum della Schola Giuliano Kremmerz La Missione di Giuliano Kremmerz: la divulgazione dell’Ermetismo magico e la sistemazione della S.P.H.C.I. Reply To: La Missione di Giuliano Kremmerz: la divulgazione dell’Ermetismo magico e la sistemazione della S.P.H.C.I.

admin Kremmerz
Amministratore del forum
Post totali: 839

Il problema dei giovani è di trovare dei non più giovani che siano credibili, e questo non vale solo per la dimensione spirituale ma anche per quella, più modestamente, sociale. Dal mio punto di vista che, sia nel privato come nel pubblico, ha spesso occasione di affacciarsi su ragazzi e famiglie, constato che le nuove generazioni sono molto meno ‘scisse’ e tendono più delle precedenti a considerare l’essere come ‘uno’. Per loro non vale un discorso non suffragato da fatti o comportamenti, né servono belle parole se non le accompagna l’esempio costante, guarda caso proprio quello che nella sua lungimiranza il Maestro Kremmerz metteva avanti a tutto nei rapporti sociali e familiari.
Dopo aver traversato un’epoca buia, in cui si continua a cavare la pratica dalla teoria (e a nascondere tutte le scomode evidenze che la confuterebbero) è tempo che, nel rinnovamento globale in cui siamo immersi, trovi spazio anche il capovolgimento di una simile assurdità: giustamente respinta da chi è portato in alto dall’onda della vita.
Certo, come i giovani d’ogni tempo, anche quelli di oggi sono manipolabili dai soliti ‘marpioni’… (spesso, chi fa un uso improprio o distorto del web, giovane non è più anche se gioca a fare il ragazzo quarantenne o cinquantenne). Nondimeno sono convinta che gli umani del futuro abbiano già anticorpi e altri se ne stiano costruendo, capaci di evitare la feccia.
I giovani usano la rete come protesi atta a soddisfare una necessità evidentemente intrinseca all’uomo, e probabilmente atrofizzata dalla cecità dell’avere rispetto all’essere. Comunicare istantaneamente e globalmente non è un vizio, ma un connotato dell’essere umano che sente il richiamo della sua specie come valore, e dell’umanità come idea; tale funzione non mancherà di crearsi, nel tempo, organi più appropriati di tablet e PC. Certo, per il momento, la comunicazione multimediale è, spesso, ‘non’ mediata e apparentemente indifesa nei confronti di profittatori e narcisi pappagalli. Ma, io credo, appunto, indifesa solo apparentemente.
E a chi si domanda cosa sia l’ascenso, consiglierei qualche altra domanda (magari quelle che si trovano qui, nell’area riservata) con relativa illuminante risposta tesa non a saziare ma a spronare…
Original author: segezia

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy