Reply To: Eventi e Segnalazioni

garrulo1
Partecipante
Post totali: 324

Ho iniziato un’attenta lettura del Quaderno dell’Accademia Sebezia. Le idee, i dubbi, le riflessioni che ne scaturiscono sono tanti. Primo esempio: non riuscivo a identificare un timbro come pura espressione sintetica di una Idea Madre che sta a monte: forse perché nella quotidianità questa peculiarità o non esiste, oppure se ne è profanamente perso l’aggancio con l’impressione che volle esplicitare chi lo ha coniato. Personalmente, per ragioni professionali, vivo in mezzo a carte intestate, timbri, fregi, senza mai pormi il dilemma circa le finalità per le quali furono posti in essere. Invece, tutti i timbri delle singole Accademie sono deputati a sancire l’impressione, anche se con sfaccettature opportunamente diversificate, di una Idea Madre che non ha limite temporale (mi viene in mente quella proiezione di traiettoria della quale non si intravede la curvatura, alla quale fece riferimento il Maestro Benno nella ben nota Circolare del dicembre 1947 quando richiamava a raccolta tutti gli iscritti regolari), e proprio attraverso i lavori accademiali tale Idea si manifesta nella lenta, ma espansiva ed inesorabile incarnazione del senso di appartenenza alla Schola. Forse proprio per questo, che l’invito del Circolo Interno è sempre quello di mettere a verifica oltre ai singoli lavori espletati anche le idee e le impressioni che ne scaturiscono, perché l’Ermes, cioè la penetrazione intelligente dei fenomeni e delle loro cause, non si sa quale direzione individualizzata utilizzi per manifestarsi, ma sicuramente presiede sistematicamente ad una crescita individuale e collettiva dei partecipanti, fissando sempre la teoria dopo averla cavata dalla pratica.
Un caro saluto a tutti.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy