Rispondi a: La Natura, la Madre, la Miriam

Home/Il Forum della Schola/La Natura, la Madre, la Miriam/Rispondi a: La Natura, la Madre, la Miriam
Angelo
Partecipante
Post totali: 165

Penso che la pulizia dalle nostre impurità, partendo dalla più piccole e che magari ritieniamo insignificanti (ma che in realtà ci condizionano) per arrivare a quelle più profonde, più intime, che magari non affrontiamo e teniamo nascoste al nostro io cosciente (anche per paura di affrontarle) sia la parte fondamentale del nostro percorso inziatico. Non siamo fedeli, ma semplicemnte fiduciosi (come dicono i Maestri) che la nostra Opera, porti ad un risultato, magari dapprima impercettibile, per poi diventare immenso, addirittura difficile da descrivere.
I nostri riti, piano piano, legati alla loro quotidianità ed alla fiducia nel loro effetto positivo su di noi, alimentati dalla forza del Centro Operante e dalla Miriam, ci trasformano, ci portano a quella sublimazione del nostro Io che ci allontana dalla materialità, pur rimanendo noi pura materia.
La nostra composizione di più corpi sottili, deve essere sollecitata, alimentata, nutrita, con semplicità e consapevolezza che il risultato arriverà.
Quante volte si prova estasi per essere riusciti a demolire un preconcetto che ci ha accompagnato per una vita? Lavoriamo soli, ma non siamo mai soli, perchè la nostra Unità ci ha legati in maniera indissolubile con il Tutto.
Le parole dei Maestri diventano e sono la nostra guida, che seguiamo con fiducia. Non siamo perfetti, e credo che mai lo sarò, ma la santità che io cerco riposa nel comprendere il concetto di amore vero, di Bene vero, distaccato da emozioni e personalismi.
Vi abbraccio.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy