Rispondi a: Emozioni lungo il cammino … ermeticamente inteso …

Home/Il Forum della Schola/Emozioni lungo il cammino … ermeticamente inteso …/Rispondi a: Emozioni lungo il cammino … ermeticamente inteso …
mandragola11
Partecipante
Post totali: 642

L’incipit della prima opera della principessa Enheduanna, il “Ninmesharra” (Signora di tutti i me):
“Signora di tutti i Me, risplendente di luce
Donna virtuosa, vestita dello splendore divino, diletta del Cielo e della Terra
Sacerdotessa del dio An, con il grande diadema
Colei che ama la tiara consona alla grande sacerdotessa
La cui mano impugna (tutti) i sette Me
O mia Signora, tu sei la guardiana di tutti i grandi Me
Tu hai riunito i Me, tu hai legato i Me alle tue mani
Tu hai raccolto i Me, tu hai stretto i Me al tuo petto
Come un drago tu hai lanciato il veleno sui territori dei nemici
Quando tu ruggisci alla terra come il dio Iškur, la vegetazione non può resisterti
Come un diluvio discendi dalla tua montagna
O potente del cielo e della terra, tu sei Inanna”…

Nella religione mesopotamica i “me” sono le numerose forze divine impersonali, sia positive che negative che costituiscono l’essenza del Tutto. Inanna o In-an-na, assimilata a Venere, bipolare ed ermafrodita, le detiene e conserva.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy