Rispondi a: I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica

Home/Il Forum della Schola/I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica/Rispondi a: I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica
g_b
Partecipante
Post totali: 100

Anni fa ho scelto la Sardegna come luogo dove approfondire il tema della maschera e del carnevale arcaico e ritrovare un pò di ingegnosità assopita, ho ricordi di esperienze fatte di luoghi che letteralmente comunicavano, quasi a decidere i percorsi e le tappe da toccare sulla mappa. La campagna coi Menhir, i complessi nuragici, i megaliti…. subito ti proiettano fuori dalla contemporaneità.
C’era davvero un’idea di essere come in una specie di terra di Atlantidea memoria, difficile da descrivere a parole.
In un luogo vicino ad una spiaggia, dove in passato giravano i film western di Sergio Leone, una sera non sono riuscito a trovare uno stallo per la notte, allora una signora con un pastore tedesco, senza che sapesse nulla, avvicinandomi e parlando, ha messo a disposizione la sua piccola casa. Poi all’indomani, ancora episodi simili, di notte attorno ai fuochi i contadini offrivano mandorle vino in attesa che arrivassero i Mammuthones dal bosco per salutare il fuoco, è stato uno dei viaggi più strani e indimenticabili di sempre perché questa ritualità non era innestata dentro ad attività di intrattenimento o turistica, assolutamente no. Tutte queste persone, davano un aiuto, un’indicazione e poi come se svanissero, non ho conosciuto nulla di loro come individui, non saprei dire nulla delle loro vite, ho conosciuto qualcos’altro.
Sfuggente e concreto e indimenticabile al contempo, è lo spirito del popolo Sardo. Non si tratta solo di ospitalità, c’è altro, molto di più.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy