Rispondi a: La Natura, la Madre, la Miriam

Home/Il Forum della Schola/La Natura, la Madre, la Miriam/Rispondi a: La Natura, la Madre, la Miriam
Mercurius3
Partecipante
Post totali: 188

Ognuno esprime lecitamente cio’ che pensa dei modelli femminili e maschili, visti sia in chiave storica che sociale. Questa questione mi ha sempre interessata e spesso perseguitata fin dall’infanzia, superandola in tempi molto più avanzati, grazie all’incontro della Miriam e dei suoi preziosi rappresentanti visibili. La parola “matriarchia” ne ha consacrato il fine dolore, se cosi posso dire, un po’ ironicamente.
Nella mia famiglia non corrispondevo allo stereotipo, citato da Nico, e 40 anni fa ho subito critiche, disapprovazioni ed equivoci spiacevoli. Ritengo che l’amore materno sia talmente sacro e profondamente esoterico da non dover essere riconosciuto nella sua faccia esterna, nè fare patti con parole ed immagini.
Il rispetto per la donna è l’accettazione di tutte, o qualsiasi delle sue manifestazioni, che grazie alla stretta analogia con la Natura, ne esplica, anche senza volerlo , il succo della sua linfa. Beato l’uomo che riesce a sentirne la sacralità di questa essenza sacra e ne assimili per sè le possibilità ritmiche della mater natura, perchè a tutti la Natura concede, in quanto Madre! Nessun Uomo è effemminato quando riconosce ed ama la Donna Eterna e lavora al suo fianco per completarsi per la sua autonomia evolutiva.
Mi scuso per aver espresso tutto cio’ che penso su questo argomento, forse anche facendo imprecisioni.
Un abbraccio caro da una donna che è partita col rifiuto di esserlo, perchè non voleva caricarsi la dolcezza data per obbligo, rifiuto della maternità perchè non voleva essere socialmente la moglie-madre, ma che col tempo, grazie a quanto incontrato in questo percorso di rinnovamento, il serpente ha buttato la pelle stupida

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy