Rispondi a: La Natura, la Madre, la Miriam

Home/Il Forum della Schola/La Natura, la Madre, la Miriam/Rispondi a: La Natura, la Madre, la Miriam
garrulo1
Partecipante
Post totali: 428

Cara Dafne, da più parti si parla di questi tempi di un momento di trasformazione del Pianeta, di un cambiamento da un’epoca o era ad un’altra, dell’avvento di una nuova società umana, eticamente adeguata. Questo coinciderebbe anche astronomicamente con lo spostamento dai Pesci all’Acquario nella Ruota dello Zodiaco, visto che ogni passaggio da una “casella all’altra” impiega circa 2160 anni, e 26.000 circa per un giro completo della Ruota. Ora stiamo entrando nell’era dell’Acquario, lasciamo i Pesci, il cui ingresso coincise con l’avvento di Gesù Cristo, simboleggiato anche dal Pesce (Ictus) che troviamo ancora oggi inciso sul contenitore delle Ostie in alcuni Altari, Torino compresa. Anche nell’Antico Egitto ad ogni cambio di era cambiava la simbologia dominante, dai Gemelli, al Toro, all’Ariete o Agnello che ha anticipato i Pesci. Speriamo vivamente che avvicinandoci decisi alla new entry in Acquario, l’acquario non si riempia di acqua, forse come già accaduto in un passato atlantideo di cui non si ha memoria (se non la si vuole avere), come ha scritto il Maestro Kremmerz, per peccato di prevaricazione, che, credo, potrebbe voler dire l’uomo che spinto ai massimi livelli di orgoglio si compara a Dio, Scienza ed Etica si sono completamente svincolate anziché viaggiare immanentemente “gomito a gomito” …… e la frittata è fatta!! In questa ottica ci sta anche la teoria del momento del Giudizio Universale, non so da chi e come, ma si potrebbe ipotizzare che ognuno verrà messo dinanzi alle proprie scelte ed alle proprie azioni di una vita condensate in un attimo, e lì potrebbe starci l’Opera di separazione della gramigna dal grano, il male, latu sensi, che va conosciuto fino in fondo per prenderne le distanze e percorrere la direzione opposta sempre ed in ogni istante, ogni tentazione anche solamente alla passività è sempre potentissima. Come scrisse sempre il Maestro, le cose si affermano per il loro contrario, così la conoscenza diventa esperienziale e la Via entra fin nel profondo delle molecole per non smarrirla mai.
Un caro saluto ed una buona domenica a tutti i naviganti.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy