Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM/Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM
garrulo1
Partecipante
Post totali: 428

Verissimo Tanaquilla quanto scrivi: siamo entrati a piedi giunti in un’epoca di contrazione di qualunque diversità, che da sempre sono fonte di arricchimento per tutte le parti in gioco in quanto spingono al confronto, al di la delle apparenze, in quanto un dialogo serio punta alla sostanza delle cose e così tutti insieme si cresce, o almeno viene offerta l’opportunità di ampliare la conoscenza nei vari rami dello scibile. Pensare che dal punto di vista epistemologico, un vero ricercatore, mosso solamente dalla ricerca del vero, magari dopo lunghi anni di sacrifici e trovata una nuova teoria, dovrebbe sinceramente cercare eventuali smentite in campo scientifico utili eventualmente ad “aggiustare il tiro”, consapevole del fatto che in caso contrario le conferme arriveranno inevitabilmente, così si crescerebbe, tutti insieme in una società umana nel vero senso della parola. Non mi pare affatto che si stia andando in questa direzione, anzi….. (poi però dico sempre a me stesso che spero sempre di sbagliarmi). Più ancora mi inquieta pensare al futuro delle generazioni a venire, con un occhio particolare, ovviamente in primis, ai figli.

Un caro saluto ed una buona domenica a tutti

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy