Rispondi a: La legge del Do ut Des

Home/Il Forum della Schola/La legge del Do ut Des/Rispondi a: La legge del Do ut Des
mandragola11
Partecipante
Post totali: 650

x Seppiolina: mi pare di ricordare che al Laboratorio Sperimentale nei Convegni di Progetto Elissa il collegamento con le Parche era emerso, perchè nei tre volti di pietra di M.Sibilla sono chiaramente riconoscibili le tre età della vita.
Sto rileggendo “L’errare della Vergine Sibilla dal III cielo all’Aes Ustum”, di Anna Maria Piscitelli, in “Errante Erotica Eretica l’icona sibillina fra Cecco d’Ascoli e Osvaldo Licini”. Una perla a p.109: “Da qui mentre lei, la dama della Montagna, fa la trama e l’ordito a un telaio di raggi di sole, fissando con fermento amoroso l’oro filosofico sulla tela della luce, perchè possa illuminare il mondo, demanda alle sue sorelle d’impartire l’insegnamento agli alchimisti del posto e a quelli provenienti da ogni dove che a loro si affidano, dei segreti della Grande Arte per fabbricare il Lapis PhilosoPhorum per gli immortali, e l’Elisir per sanare i mali degli infelici. La Dama Nera, la Dama Bianca, la Dama Rossa, che riecheggiano i colori tradizionali dell’Opus, sono così entrate con lei nell’immaginario delle leggende dei Monti Sibillini, a confermare il retaggio alchemico insito nell’inconscia ma genetica memoria della gente del posto, nonostante i reiterati tentativi per soffocarlo.”
Il modo di scrivere del +++++ Maestro tocca nel profondo e fa riflettere sul senso del nostro essere italici, e su quella tradizione orale che fa parte di noi miriamici…

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy