Rispondi a: La legge del Do ut Des

Home/Il Forum della Schola/La legge del Do ut Des/Rispondi a: La legge del Do ut Des
mandragola11
Partecipante
Post totali: 633

p.s.
Stamattina mi sono svegliata molto presto….ho pensato al Sole che invochiamo e grazie al quale ognuno, iniziato e non, rivolgendosi a Est può dire “io mi oriento”, io ci sono nello spazio sacro di Madre Natura. E allora, ho pensato che di tutta quella vita che mi arriva dal Sole, esattamente come per la Vita che mi arriva dal Centro del Sole/Rosa di Miriam l’esigenza di mostrare una gratitudine forte e profonda, di contraccambiare, è la stessa.
Osservavo il pettirosso in giardino e l’alloro maestoso, pronto per le sperimentazioni delle Lunazioni e mi dicevo che con la loro scintilla divina, svolgono il ruolo che la Mater-ia gli ha assegnato… semplicemente, senza crisi, senza velleità.
Riflettevo sul come noi, invece, prima di ritrovare questa dimensione spontanea dobbiamo lavorare per risanarci, riequilibrare mente e corpo. E allora chiudevo la mia riflessione (anche per il bisogno urgente di un caffè) con la considerazione che essendo la Terapeutica Carità e quindi gratuita, è ovvio che non ci venga chiesto nulla in cambio! Prima c’è da risanarsi, da ritrovarsi nelle funzioni intelligenti del nostro essere, prima di Essere davvero produttivi!
Come dice Silvana, “diventare consapevoli di quello che riceviamo [aggiungo dalla VITA] e diamo significa diventare consapevoli di ciò che siamo.”, nell’Armonia della Magna Mater.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy