Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home/Il Forum della Schola/LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE/Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE
kridom
Partecipante
Post totali: 176

Mi riallaccio ai post di inizio anno su Don’t look up, che anche io sono riuscito a vedere. Concordo molto con l’opinione di Tanaquilla, espressa nel post del 3 gennaio, ovvero che tutte le scelte abbiano una base economica. Inoltre, il film evidenzia una cosa che in Italia abbiamo vissuto meno: da quello che leggo, negli USA la questione della gestione del virus è stata molto più politicizzata e credo che il film abbia voluto fare satira anche su questo aspetto.
Il tema che mi ha più colpito, perchè lo trovo molto vero, è quanto le persone si facciano distrarre dalle vere questioni per concentrarsi sulle sovrastrutture: la cantante famosa che si rimette con il fidanzato riceve più attenzione rispetto al messaggio che una cometa sta per distruggere la terra. Anzi, sulla scienziata che ha una reazione un pò emotiva in TV si scatenano le prese in giro sui social. Il film – secondo me – mostra che l’effimero, l’autoreferenziale prevale sulla realtà, e purtroppo i social accentuano questo lato narcisistico dell’essere umano. Fortunatamente, l’appartenenza alla Fratellanza ci aiuta a fare pace con noi stessi e con la realtà, anche se essa è dura.

@m_rosa
, è vero che il film non dà una buona immagine della donna che è Presidente degli USA però ci sono figure femminili assolutamente positive, come la dottoranda interpretata da Jennifer Lawrence e la moglie dell’astronomo, interpretata da Melanie Lynskey, che mi sembrano due belle rappresentazioni di aspetti diversi del femminile, che ama e accoglie.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy