Rispondi a: UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS

Home/Il Forum della Schola/UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS/Rispondi a: UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS
Nico
Partecipante
Post totali: 23

Mi ha incuriosito la figura dello squalo della Groelandia, questo animale è il vertebrato più longevo al mondo e vive nelle profondità dell’oceano artico. La cosa interessante è che il 90% degli esemplari catturati presenta un parassita agli occhi il cui nome è Ommatokoita Elongate, sembrerebbe che questo parassita diventi bioluminoso se si attacca all’occhio e quindi nelle profondità dell’oceano dove è completamente buio lo guidi grazie alla sua luce, probabilmente anche per cibarsi degli animali presenti nel luogo.
Mi chiedo se questo rapporto possa essere definito come parassitario, oppure se allo squalo vada bene perdere la funzione normale degli occhi per ottenerne una di nuova… credo sia più un rapporto di comune accordo, non trovate?

Questa figura mi fece venire in mente una storia nel mito ed è quella di Tiresia il quale divenne cieco per aver visto Atene nuda al bagno ( il vedere la nudità di una divinità è analogica alla discesa dello squalo nelle profondità dell’oceano?), dalla sua cecità fisica però acquistò
una nuova vista ovvero quella divinatoria, sembrano storie simili in entrambi i casi lo squalo e Tiresia diventano ciechi ma acquistano una vista nuova, diversa, più sottile.
Mi chiedo se anche noi nei nostri momenti di introspezione quando scaviamo in noi stessi, quando come lo squalo scendiamo nelle profondità oscure del nostro essere, possiamo vedere nell’oscurità con una luce nuova…

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy