Rispondi a: La Natura, la Madre, la Miriam

Home/Il Forum della Schola/La Natura, la Madre, la Miriam/Rispondi a: La Natura, la Madre, la Miriam
tanaquilla9
Partecipante
Post totali: 610

Esprimo alcune osservazioni su alcuni punti dei tuoi ultimi interventi, Buteo, molto densi e ricchi di spunti e associazioni.
Non ho ben capito se all’inizio del tuo primo post vuoi indagare sull’eventuale rapporto tra l’eroe in mitologia e in biologia e l’uomo storico nell’ermetismo. Se è così non è detto che l’uomo storico sia un eroe, cioè colui che ha l’eros nel petto; può essere anche un furfante o altro.
Molto bello il tuo pensiero sull’eroismo collegato all’amore incondizionato e alla madre nonché alla ricerca inesorabile di realizzare la propria finalità, anch’essa originata dalla madre.
Tuttavia, non condivido appieno, sempre nel primo post, il contributo del dio di “geni divini” nella generazione di Ercole. La materia offerta da Alcmena, la cellula uovo, è completa in se stessa in quanto è anche intelligente. Ciò che – come scrivi – è trasmesso “fisicamente” dalla madre è anche sostanza”spirituale” e sacra. Non so se è questo che vuoi dire nel tuo secondo post.
Come curiosità ho trovato che Alcmena ha radice etimologica vicina a alimento – alma – alvus. E’ l’alma tellus e l’alma mater di Virgilio. A Roma Alcmena era la divinità che alimentava il feto nell’utero. Per estensione, l’utero.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy