Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM/Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM
mandragola11
Partecipante
Post totali: 437

In questa bella storia che non ricordavo,Tanaquilla, mi ha colpito il tempo di 1 anno e 5 mesi che intercorre dal momento in cui il Dio acconsente a inviare l’aiuto del Kons, a quando il Kons giunge al capezzale della sorella della Principessa (che nel frattempo era arrivata in fin di vita) e la guarisce. Questo ricorda l’iter che si verifica nella Terapeutica Ermetica, in cui si inizia un processo che non sappiamo quanto sarà lungo, perchè la guarigione può rimontare a cause profonde che possono partire da lontano, per cui bisogna avere fiducia e perseguire la guarigione.
Invece mi ha fatto sorridere che il padre e la principessa guarita non volessero rimandare il Khons in Egitto, tenendoselo lì a proprio uso e consumo terapeutico, come a volerne l’esclusiva. Fatto impossibile e inconcepibile nella Terapeutica Ermetica. Infatti il Khons se ne torna alla fonte, in Egitto.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy