Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA SCIENZA

Home/Il Forum della Schola/NUOVE FRONTIERE DELLA SCIENZA/Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA SCIENZA
m_rosa
Partecipante
Post totali: 382

Cercando sul dizionario troviamo che il termine “crisi”, di origine greca, indica scelta, decisione e anche momento che separa una maniera di essere da u’altra differente, usato anche in medicina per esprimere modificazioni di uno stato morboso, talora utili, talaltra letali. Forse le parole del M. Kremmerz ci aiutano a capirne il senso più profondo e le varie sfaccettature “ogni crisi umana morale o mentale…tende a mettere in evidenza l’elemento storico fremente di libertà e di riscossa, l’amore, l’odio, l’ira, il delirio, la disperazione, il dolore, la gioia”
Questo per dire che in parte sono d’accordo con te, caro Angelo, la crisi è momento di cambiamento che dovrebbe portare a una maggiore consapevolezza, non è detto, però, che son sempre rose quelle che si trovano!
La cosa che invece non mi sento di condividere, è l’idea che “senza dolore non può esserci comprensione”, quante cose ho, abbiamo imparato e quanto siamo cambiati dopo certe esperienze per niente dolorose anzi, del tutto piacevoli? Avrei altre cose da dire ma il mio tempo di libertà è finito…le nipoti mi assediano!!!! Mi manderanno in “crisi”?!?

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy