Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home/Il Forum della Schola/LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE/Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE
alchemilla68
Partecipante
Post totali: 34

Sono d’accordo che la profilassi (distanziamento, mascherina, igienizzazione…) sia di base per evitare o limitare al minimo il rischio di contagio e mai come dal periodo covid probabilmente ci siamo resi conto che tutto ciò non è così scontato ed acquisito per tutti e dunque è opportuno che queste regole volenti o nolenti siano obbligatorie; anche perchè (al di là dei fastidi esteriori ed ovvi, di più non provocano). Ricordo che dall’estate scorsa, se non prima, le persone “invocavano” l’arrivo del vaccino come se fosse la panacea universale, in tv i conduttori, gli intervistati, gli addetti ai lavori, tutti ma proprio tutti vogliono il vaccino, un medico di un ospedale genovese ha proposto di licenziare chi nel “suo” ospedale rifiuta l’inoculazione. io non sono nè PRO nè NO vax ma trovo inalienabile il diritto di SCELTA; ogni uno nella propria ignoranza o conoscenza della cosa, senza essere messo alla gogna, altrimenti
cosa cambia tra chi rifiuta tutte le cure e chi vuole imporle? Noi siamo fortunati, se così semplicisticamente si può dire, di avere l’esempio delle Gerarchie Superiori che non ci impongono nulla, non ci giudicano e ci porgono sempre la Mano, quando la chiediamo, perchè noi dovremmo ergerci a giudici verso chi la pensa diversamente da noi o fa scelte impopolari?

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy