Rispondi a: Biblioteca on-line

Home/Il Forum della Schola/Biblioteca on-line/Rispondi a: Biblioteca on-line
Buteo
Partecipante
Post totali: 199

In effetti dite bene, la prolattina si produce nelle cellule lattotrope dell’ipofisi, un’appendice neuroendocrina, dalle molte funzioni, collegata al soprastante ipotalamo, che col talamo è parte del diencefalo, interconnesso col telencefalo e altre strutture cerebrali.
A titolo esemplificativo, è giunto il messaggio che l’organismo necessita di ormoni tiroidei. L’ipotalamo libera il TRH (ormone rilasciante il TSH o tireotropina), che va all’ipofisi perché le cellule tireotrope producano TSH, che induce la tiroide ad aumentare la quantità di ormoni, quantità che sarà segnale di misura raggiunta e feed-back inibitorio sull’emissione di altro TSH e altro TRH. È una fitta rete di interscambio continuo in cui scorrono impulsi e ormoni dal centro alla periferia e dalla periferia al centro, a regolare produzione e inibizione di ormoni e sostanze da e verso ghiandole e tessuti.
Il bimbo piange e la mammella già è gocciolante. La mamma sente che il bimbo chiede il latte e dai suoi sensori la richiesta già è alla corteccia, e già è scesa all’ipotalamo e da lì all’adenoipofisi, dove le cellule lattotrope hanno liberato prolattina per la ghiandola mammaria, le cui cellule già si sono attivate a colmare e ancor più colmano i lobuli con latte, che dai dotti galattofori scorre alla bocca del bimbo che succhia e succhia, finché, sazio di cibo e amore, rilascia i muscoli delle labbra e non occorre altro latte.
Non posso conoscere cosa sia la Miriam. So che qui, al centro, non c’è latte, né gliene apporta il pianto del bimbo né la mammella che lo dispensa. Al centro il latte è in potenza. Lì arriva la richiesta e lì è il via alla prolattina che, accolta nella ghiandola mammaria, fa evolvere le cellule a produrre il latte. Maggiore è la richiesta, maggiore sarà la prolattina emessa. Più il bimbo succhia, più la ghiandola produce e dispensa il latte. Più la mamma allatta, più gli dà il latte. Più mamme allattano, più l’effetto benefico del latte si espande. Ma al centro non occorre il latte.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy