Rispondi a: Il Capodanno Orientale

kridom
Partecipante
Post totali: 130

Redmar, non saprei definire quale valore abbia il capodanno, nel senso che non so quale sia l’effettiva importanza di un ciclo annuale e, poi, qual’è il ciclo annuale giusto?
Nella nostra tradizione l’anno magico si apre con la primavera, in molte regioni dell’India si apre dopo Diwali che è tra fine ottobre e inizio novembre, in Tailandia si apre a metà aprile con la festa di Songkran. Inoltre, dai post del M. L.J. Aniel mi sembra di cogliere che i cicli astronomici significativi si muovano su orizzonti temporali più lunghi rispetto al ciclo annuale e le caratteristiche di questi cicli siano correlate a congiunzioni astrali specifiche. Se quanto riportato prima ha un suo valore, un ciclo annuale non dovrebbe portare a grandi cambiamenti che, invece, si manifestano in intervalli che non seguono la “logica dei capodanni”, se così possiamo definirla.

Quando scrivi che la Cina propone “modelli con cui confrontarsi, su piu’ livelli”, cosa intendi concretamente?

Cara sorella Tanaquilla, è vero che nel 2020 abbiamo ricevuto un bel regalo dall’estremo oriente…ma chissà quanto gli indios ci sono ancora grati per il vaiolo che abbiamo loro donato e che li ha quasi annientati dopo le grandi esplorazioni del Nuovo Mondo.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy