Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home/Il Forum della Schola/LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE/Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE
Buteo
Partecipante
Post totali: 198

Fra entusiasmo e demonizzazione, l’evento nuovo a fine 2020 è stato l’avvio della campagna vaccinale con l’approvazione in emergenza del vaccino di Pfeizer-BioNTech da parte della FDA (Food and Drug Administration) il 12 dicembre, poi dell’EMA (Europan Medicines Agency) il 21 e dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) il 22 dicembre. Sono queste agenzie nazionali e sovranazionali costituite dagli Stati, quindi da noi, a difesa della nostra salute, perché vigilino su indicazioni qualità ed efficacia dei farmaci. E oggi arriva l’approvazione anche dell’EMA del vaccino di Moderna, già approvato dalla FDA il 18/12. Se considero quanto sia impegnativo per me, medico, vagliare il sovrapporsi di osservazioni, scoperte e sperimentazioni, man mano che progredisce la conoscenza della nuova patologia, posso capire come nei più s’ingenerino confusione e scoramento, fra il marasma di notizie, spesso impropriamente riportate dai media generalisti, su farmaci vecchi o nuovi, ancora in fase di studio e non sottoposti a verifica dei dati, e fra affermazioni che mettono gli stessi specialisti in contraddizione fra loro. Nel Forum, ci siamo più volte interrogati su indicazioni ed efficacia di integratori, farmaci antivirali, plasma iperimmune, anticorpi monoclonali, ecc. Ora, a campagna vaccinale iniziata, potremmo fare il punto su quanto oggi sappiamo del CoViD-19, acronimo di CoronaVirus Disease 19 (19 perché la malattia compare nel 2019, mentre gli acronimi SARS-CoV-2 o nCoV indicano il virus).
Il 20 novembre, Admin, in ‘Covid: contagiata e in cura’, ci ricordava come il rischio di contagio coinvolga tutti, quindi anche noi miriamici, e che “Meglio sarebbe senz’altro riuscire a prevenire…” e altrettanto opportuno “…affidarsi alla prassi medica ufficiale e a quella ermetica della catena miriamica, senza disattendere alle prescrizioni né dell’una né dell’altra.” E mentre consideravo quanti dubbi circolino intorno a farmaci e vaccini, sentivo Piero Angela dire: “La conoscenza è il miglior strumento per valutare e decidere”.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy