Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home/Il Forum della Schola/LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE/Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home Page Forum Il Forum della Schola LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Mercurius3
Partecipante
Post totali: 127

Carissimi tutti, buonasera.
Sono assente da un po’ e non provero’ a dire cause che sostanzialmente non esistono. Non sono stata impegnata, non sono stata poco bene, non sono stata… Sono invece stata a riflettere sulle conseguenze, di cui giustamente parlano Guglielmo Tell e m-rosa: i rapporti e nuovi comportamenti .
Anche da me sono diventati prudenti e diffidenti, ma anche contrastanti.
C’è chi si allontana spaventato solo all’ipotesi che stai prendendo la sua direzione, chi invece ti incontra e si fa prendere dal dubbio se abbracciarti e baciarti, onde fermarsi sulla valutazione della non condivisione che spunta attraverso quell’unica fascia rimasta scoperta, gli occhi. Ecco gli occhi. Abbiamo imparato a riconoscere le persone da un quarto del volto, a chiederci se siano o meno le persone che conosciamo, ad interpretare se sotto c è un sorriso o una smorfia. Un esercizio forzato ma divenuto automatico.
L’altro giorno ho incontrato per alcune ore con piacere un Fratello di Napoli, una ventata piacevole di vita vecchia e “normale”. ..in attesa che queste ventate diventino respiro costante.
A me la pandemia, nel suo devastante cammino, ha dato, come ho detto piu’ volte, un beneficio insperato. La riflessione, la sosta del pensiero, la pace dentro me stessa, la visione del dentro. Forse , alcune grandi cose necessitavano della sedimentazione . La discesa, fino alle consapevolezze non è facile, spesso dolorosa, ma tanto benefica, quando ci si accorge che dentro abita un mondo che è stato poco abitato e che non è piu’ tempo di stare affacciato alla finestra, ma di vivere lo spazio dell’essere e gustarne la voce che parla un linguaggio di amicizia con la vita nel suo senso piu’ pieno.
Vi abbraccio tutti e a presto

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy