Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home/Il Forum della Schola/LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE/Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home Page Forum Il Forum della Schola LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Alef2006
Partecipante
Post totali: 78

In ogni caso neanche Wakefield mi sembra si sia mai espresso contro i vaccini a prescindere. Eppure il suo studio, poi ritirato, viene utilizzato come bandiera dai No Vax. Nel suo studio si suggerisce di investigare con maggiore attenzione un particolare vaccino trivalente (se ho capito bene). Quando il giornalista gli chiede un’opinione, Wakefield risponde che sarebbero preferibili altri tipi di vaccini (al tempo presenti in commercio) ma non asserisce mai di non vaccinare i bambini oppure di organizzare morbillo party.

Non ho le competenze scientifiche per dipanare la matassa tuttavia confido sempre nel fatto che la comunità scientifica è molto vasta e che se uno scienziato avesse a disposizione prove in grado di dimostrare un nesso causale tra vaccini e patologie gravi tali da rendere sconsigliabili i vaccini nessuno riuscirebbe a frenarlo perché una pubblicazione del genere lo renderebbe famoso per l’eternità. Se il nesso causale esistesse probabilmente sarebbe stato scoperto da più scienziati. Siamo sempre nel campo del possibile e del probabile ed è chiaro che ciascuno, sulla base della propria logica, decida quale sia la scelta migliore.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy