Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM/Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home Page Forum Il Forum della Schola ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

seppiolina74
Partecipante
Post totali: 110

A proposito di esperienze infantili, ricordo anche io che da bambina avevo il mio “rifugio segreto”, nascosto in un angolo remoto del giardino dei nonni, fatto di piante aggrovigliate tra di loro e che avevano formato una piccola grotta, piena di ragnatele (non ho mai temuto i ragni).Accovacciata lì dentro, restavo in silenzio ad “ascoltare”, come in una bolla sospesa. Ascoltavo ogni rumore, verso di uccello,macchine in transito, e poi cicale, cicale che ritmicamente segnavano il passare dei minuti. Mi sentivo osservata…ma forse erano i ragni!! Da bambini si osserva di più, si ascolta di più e si impara prima, o meglio, si impara con più entusiasmo e curiosità. Dopo tanti anni, quella strana grotta non l’ho dimenticata e se chiudo gli occhi, mi rivedo lì, come sospesa in una dimensione senza tempo. Buona serata a tutti voi naviganti!

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy