Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home/Il Forum della Schola/LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE/Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home Page Forum Il Forum della Schola LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

kridom
Partecipante
Post totali: 100

Prendo spunto dal post di seppiolina per condividere anche io che cosa ho imparato durante il “coprifuoco” in cui siamo stati confinati. Ebbene il lavoro è andato avanti ugualmente, anche se con meno riunioni e telefonate, quindi vuol dire che se ne facevano troppe e anche io contribuivo a dare importanza a cose non essenziali, ma queste cose mi assorbivano tempo ed energia e mi creavano stress. Parimenti ho annullato la vita sociale, quindi niente cene fuori, aperitivi, weekend in giro da qualche parte; anche questo tourbillon si è fermato e ne ho tratto giovamento rendendomi conto che anche questo era fonte di stress. Quindi ora che il Paese è nella fase 3, io rimango nella fase 1.5 🙂 cioè cerco di trovare un nuovo equilibrio che mi faccia sentire bene senza esagerare nè con gli impegni lavorativi nè con quelli sociali, non sempre utili sebbene apparentemente piacevoli.
Quanto scritto da viwa70 sul guardarsi dentro mi stimola una riflessione sui nostri limiti. Certe volte mi sono accorto di continuare a puntare su alcuni miei pregi (veri o presunti) ma un giorno un mio amico mi disse che mi sarebbe convenuto di più agire sulle mie debolezze invece che insistere laddove ero già forte. Quel suo suggerimento mi provocò un certo dolore dentro ma sapevo che aveva detto una cosa vera. In questo la Schola, di cui noi abbiamo bisogno, ci aiuta sempre e ci sostiene nel momento giusto. Grazie

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy