Rispondi a: La Scienza Ermetica nelle Arti

Home/Il Forum della Schola/La Scienza Ermetica nelle Arti/Rispondi a: La Scienza Ermetica nelle Arti

Home Page Forum Il Forum della Schola La Scienza Ermetica nelle Arti Rispondi a: La Scienza Ermetica nelle Arti

garrulo1
Partecipante
Post totali: 329

Prendo spunto dal post di m_rosa, che esorta a rivedere la Scienza dei Magi sull’argomento. Tento di essere sintetico fin dove riesco, in quanto, da buon garrulo, sono di indole un po’ chiacchierina. Parto dal Volume terzo, ultime righe pagina 266 :”ERMES, questa è la luce che ritrae le immagini delle verità occulte, questo è il Trismegisto che ebbe sapienza infinita, questo è il Nebo che insegnò agli uomini la scrittura e la parola”. Passiamo ora al volume secondo, inizio pagina 5 :”Quindi Ermes, Anubi, Mercurio, Esculapio (come citati nel post di cui sopra), vollero indicare l’identica proprietà mentale che ci congiunge alla verità dei cieli antropomorfi divini delle religioni simboliche di una volta. Nel linguaggio greco Ermes è Mercurio e Tempio (dal greco Templum): la facoltà di interpretare si chiamava ermenìa ed ermeneus l’interprete; ermeneuo significa insegnare, ermoglifi: l’arte dello statuario, la scultura, cioè l’espressione plastica delle forme mentali. Ermeneutica è l’interpretazione dei libri sacri antichi. Quindi filosofia ermetica fu la filosofia sottile, capace d’interpretare e far manifestare l’Ermes, quindi scienza per eccellenza, penetrativa della parte più misteriosa del nostro campo mentale, ed ermetista si chiamò l’artista che metteva in campo e realizzava i predicati dell’ermetica come scienza sottile al punto da crederla divina. In fondo, Ermes è l’intelletto della forza divinizzante l’uomo. Il poeta nei momenti di estro (istros=furore) – il matematico che risolve problemi arditissimi – il fisico che trova una legge e la prova – un oratore che seduce un’assemblea – un musico che incanta i suoi uditori – sono manifestazioni dell’ermes, intelletto sottile delle più alte pulsazioni ipercerebrali. La filosofia ermetica è la scienza che ricerca questo dio inafferrabile e lo fissa”. Avevo tentato con il post di ieri di abbozzare l’argomento con parole mie, riportando invece testualmente le parole del Maestro Kremmerz contenute nella Scienza dei Magi, la cosa rende molto meglio l’idea appunto con parole “magistrali”. Chiudo sottolineando all’atto pratico, che nella frase sopramenzionata “la filosofia ermetica è la scienza che ricerca questo dio inafferrabile e lo fissa”, ieri a tal proposito ho scritto: Pratiche Kremmerziane Ortodosse alla mano (SPHCI- Fratellanza Terapeutica Magica di Miriam di Giuliano Kremmerz, come in apertura della Home Page di questo Sito).
Con la speranza di non aver “peccato” anche oggi di loquacità, ma erano una serie di Massime che tenevo a menzionare per esteso e l’augurio a tutti i naviganti di una buona giornata, confermando la gioia per il bis concesso dal Sole anche oggi su Torino e aree limitrofe.
Ancora un caro saluto

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy