Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM/Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home Page Forum Il Forum della Schola ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

guglielmo tell
Partecipante
Post totali: 134

Karel H. Mácha: “Maggio”

Byl pozdní večer – první máj –
večerní máj – byl lásky čas.
Hrdliččin zval ku lásce hlas,
kde borový zaváněl háj.

È tarda sera – il primo di maggio –
una sera di maggio – tempo d’amore.
Chiama all’amore un canto di tortora,
là dove i pini profumano il bosco.

con questi versi inizia la più famosa poesia ceca dell’amore. Il primo maggio rimane fino a oggi il giorno degli innamorati, che si danno l’appuntamento al parco di Petřín a Praga, presso la statua dell’autore di questa poesia, Karel Hynek Macha ( J.V. Myslbek dell‘anno 1910 – 1912), il maggior rappresentante del romanticismo ceco. Nel “paradiso degli innamorati“ le coppie respirano l’aria primaverile, leggono poesie e, come vuole la tradizione, si baciano sotto i ciliegi in fiore che garantiscono salute per tutto l’anno e la durata dell’amore.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy