Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM/Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home Page Forum Il Forum della Schola ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Cingallegra
Partecipante
Post totali: 17

Gli strumenti, in effetti, sono un mezzo per affinarci, Alef2006.
Ma non siamo noi stessi un mezzo? E’ vero, mentre tutto si muove vorticosamente noi siamo attaccati alla catena, abbiamo un costante collegamento con il Centro, come dici giustamente anche tu.
Eppure non solo.
Mutiamo.
Una volta un caro fratello mi stava consolando, perché ai tempi dell’università, mi toccava dare Storia contemporanea in un giorno “nefasto”. Lui mi disse che ogni cosa può essere mutata. Che dovevo imparare a trasformare. A Storia contemporanea presi 30 e lode, ma solo adesso, occhi negli occhi con questo virus, posso dire che se mutiamo, difese immunitarie come abitudini e tempi (come suggerito anche da Bell), il “nefasto” può essere mutato in fausto, pur cosciente del fatto che ciò che è miriamicamente buono per un numero, può non esserlo per un altro. “…l’arena in diamante, la crisalide in farfalla, l’oscura notte in aurora lucente…”

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy