Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM/Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home Page Forum Il Forum della Schola ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Mag
Ospite
Post totali: 112

Torna nei nostri cieli, dopo circa 6000 anni, la cometa Atlas (C/2019Y4) scoperta il 28 dicembre 2019 dal sistema di monitoraggio spaziale ATLAS. I calcoli astronomici indicano che la cometa Atlas ha un periodo orbitale di circa 6030 anni, nel quarto millennio a.C. quando Atlas incontrò l’orbita terrestre ” in Egitto venivano costruite le grandi piramidi” come spiega Lyudmila Koshmann, astronoma del planetario di Mosca. 6000 anni fa ci fu l’importante passaggio di stato dall’età del rame all’età del bronzo…la cometa ci avvisa che c’è un passaggio di era, un cambiamento epocale, un passaggio di stato dal vecchio al nuovo mondo. Il massimo avvicinamento di Atlas si sarebbe dovuto verificare tra il 23 e il 31 maggio 2020, quando sarebbe passata alla distanza di 117 milioni di km dalla Terra e alla distanza di 38 milioni di Km dal sole, ma il suo nucleo si è frammentato in 10 pezzi di cui 6 ruotano vicino al suo nucleo. Le ultime osservazioni fanno pensare che prima che la cometa raggiunga l’orbita di Mercurio, a fine maggio, si dovrebbe frammentare ulteriormente e quindi non sarà più visibile. Quale sarà il destino della verde cometa Atlas? brucerà completamente o produrrà uno spettacolo esplosivo avvicinandosi al sole?

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy