Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home/Il Forum della Schola/LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE/Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home Page Forum Il Forum della Schola LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Alef2006
Partecipante
Post totali: 78

Caro Kridom, sino a quando si parla col vicino non posso che darti pienamente ragione. Tuttavia, talvolta siamo chiamati nella vita profana a decidere se (per esempio) installare il 5G nel proprio comune oppure no. In quel caso, bisogna operare delle scelte basandosi sulle conoscenze scientifiche note al momento: decidere significa prendere una posizione. Pur sapendo che si potrebbe sbagliare si decide e quindi si prende una posizione. Idem per quanto riguarda le previsioni di uscita dalla pandemia: i dati sono affetti da rumore ma non sono né i primi e né gli ultimi dati affetti da rumore ed esistono branche del sapere specializzate nell’analisi dei dati rumorosi. Anche in questo caso, sino a quando si parla col vicino ci si può astenere dal prendere posizione, ma quando bisogna decidere se riaprire un’azienda per evitare che chiuda per sempre privando del lavoro dieci nuclei familiari allora bisogna operare delle scelte e quindi prendere una posizione. Lo stesso vale per i medici che somministrano farmaci sulla base di ciò che è noto, pur sapendo che tra dieci anni si potrebbe scoprire che i farmaci somministrati oggi in realtà hanno effetti collaterali ad oggi ignoti. Ciò che voglio dire è che saremo sempre chiamati ad operare scelte concrete, anche in assenza di certezze assolute, ed in quel caso non potremo restare neutrali ma dovremo necessariamente scegliere e quindi prendere implicitamente o esplicitamente una posizione assumendocene la responsabilità.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy