Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home/Il Forum della Schola/LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE/Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

Home Page Forum Il Forum della Schola LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE Rispondi a: LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS TRA DATI OGGETTIVI E OPINIONI SOGGETTIVE

mandragola11
Partecipante
Post totali: 293

Cari Kridom e alef mi inducete a una riflessione storica: quando nel 1600 la peste ha fatto tutti quei morti, il vecchio continente, l’Europa, stava da un paio di secoli conquistando cioè colonizzando il mondo e non nel migliore dei modi, attraverso sfruttamento, schiavismo e brutalità annesse. Quando poi è esplosa la Spagnola, guarda caso, era in atto un’altra conquista globale, questa volta imperialista e sempre con mezzi brutali (ad esempio l’innovativo uso dei gas mortali). Oggi sarà un caso, ma questa pandemia esplode dopo un’altra conquista totale, sul piano economico e del potere di pochi a discapito di tutti, la globalizzazione, globalizzazione che ha stravolto le vocazioni specifiche dei popoli, ha messo letteralmente in ginocchgio i popoli, senza rispetta delle diversità, per interessi come dici alef, legati all’economia e al potere.
Qual è la realtà? Che l’uomo non è in grado di concepire la totalità senza essere egoista, dovrebbe essere puro di intenti, neutro di vocazione. Ma puro non è.
Ecco perchè personalmente ho grande fiducia nel senso Ermetico di Solidarietà e Fratellanza universale, perchè è l’unico in grado di rendere tutto coeso, rispettandone e non sfruttandone le vocazioni, anzi potenziandole, indirizzandole in modo armonico e intelligente al Bene del Tutto.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy