Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA

Home/Il Forum della Schola/NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA/Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA

Home Page Forum Il Forum della Schola NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA

garrulo1
Partecipante
Post totali: 331

Riparto dal post di Gelsomino di ieri. Le frasi citate del Maestro Kremmerz “Aver fede in sé è creare la propria individualità volitiva la quale ha come prima irradiazione effettiva l’azione sul proprio organismo, fino a sviluppare intorno a sé un’aura o involucro di difesa”, che naturalmente rimanda all’importanza del Coraggio, dono Divino per sua Natura, da gestire, sempre per quanto possibile, con scienza e coscienza. Alla fine del sesto Dialogo, il Maestro scrive :”Solo provocando una sensazione reattiva nel centro della sensibilità, gli organi o le correnti che alimentano il corpo umano possono ritornare sani”. Poi prosegue :”Tutte le infermità, tutte le degenerazioni, tutte le infezioni… capite? Obbediscono allo stesso imperio”. Per centro della sensibilità, credo proprio che il Maestro intendesse le potenzialità di comando del cervello inteso quale organo con relative funzioni, mentre le correnti che alimentano l’intero organismo a cui fa riferimento dovrebbero risultare le modalità di circolazione delle energie e/o del fluido magnetico in costante interconnessione tra organi, gruppi di organi e funzioni organiche. Non sono in grado di dilungarmi oltre, ma posso dire di aver sperimentato più volte tale atteggiamento mentale, in particolare, parecchi anni fa, ero soggetto a continue influenze durante i mesi invernali, con complicazioni alle vie aeree. Essendo incline alla risposta ansiogena per mia natura, serbavo un sacro terrore all’approssimarsi dei sintomi che ben conoscevo. Leggendo e rileggendo gli scritti del Maestro, e incontrando sulla via anche un immunostimolante fitoterapico per me davvero efficace, ma soprattutto rovesciando l’approccio mentale, non vorrei dirlo troppo presto….., ma sono più o meno una quindicina di anni che non riscontro un episodio acuto nei mesi invernali.
Con l’augurio di una buona domenica a tutti

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy