Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM/Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home Page Forum Il Forum della Schola ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

tanaquilla9
Moderatore
Post totali: 453

…e mentre “coviamo l’ovo con cura e costanza”, caro Picchio, ci siano d’incoraggiamento alcune cose scritte e romanzate molto tempo fa: “(Giove) comanda subito a Mercurio di chiamare gli dei a concilio, comminando una multa di diecimila denari a quei d’essi, che si fosse fatto lecito d’assentarsi… (e dice) Voi certamente sapete tutti quanti che codesto adolescente (Cupido) me lo sono allevato io con le mie mani. Ora io ho pensato di mettere un po’ di briglia a’ suoi primi calori giovanili… Egli si è scelta una fanciulla…se la tenga pure… abbracci la sua Psiche e sempre goda dell’amor suo!… Io farò che tali nozze non riescano disuguali, anzi le renderò legittime, in conformità del diritto civile… Quindi ordina a Mercurio d’andar a prendere Psiche e…datole un bicchiere d’ambrosia… mai Cupido si allontani dal tuo cospetto e siano le vostre nozze in perpetuo. Si apparecchia senza indugio uno splendido banchetto nuziale… la bella Venere, che ogni cosa aveva ordinata per il festino, essa pure danzò al suono d’un soave concerto, in cui spiccavano i flauti dei satiretti e la zampogna di Pane”.(Favola di Amore e Psiche)

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy