Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM/Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home Page Forum Il Forum della Schola ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Jeliel
Partecipante
Post totali: 5

La Tradizione Iniziatica, fluita attraverso i millenni, di volta in volta veicolando sé stessa in contenitori idonei alle finalità predisposte per i tempi contingenti, si è sempre manifestata con la purezza cristallina della Fonte dalla quale promana. Così è stato in passato, così è nel presente e così sarà per il domani. Il Suo contenitore di oggi, la Schola – e in uno con essa, la Fratellanza Terapeutica Magica di Miriam – è il custode rigoroso e inflessibile dell’integrità della Tradizione e degli strumenti operativi che essa affida a coloro che intendono usufruirne per attivare in sé e pro salute populi quei meccanismi evolutivi convergenti, per intrinseca natura, verso la finalità del Bene. Non per nulla, sin dalla fase iniziale del proprio percorso, il novizio è chiamato all’espletamento di pratiche purificatrici che lo coinvolgono su ogni piano del proprio mono corporale e mentale: purificazione sul piano fisico (attraverso digiuni scanditi sui ritmi della natura e periodi di castità circoscritti e coniugati ai dettami dei tempi e dell’operatività rituale); purificazione sul piano animico-emozionale, attraverso la presa di consapevolezza delle tendenze innate e l’esercizio al controllo progressivo dei propri stati passionali ed emotivi); sul piano mentale (con la disarticolazione delle sovrastrutture e dei condizionamenti che offuscano la manifestazione dell’Ermes divino).
Nulla, dunque, che abbia a che fare, né da vicino né da lontano, con quanto di sudicio, di volgare, di riprovevole circola su web ed è accostato, per ignoranza o per malafede, alla nostra Schola. Chi a Essa si avvicina deve sapere che la finalità di Bene, pragmatizzata nel suo statuto costitutivo, si traduce operativamente in una Regola che non ammette eccezioni, non ammette deroghe e non ammette deviazioni.
Un fraterno saluto a tutti gli Aspiranti alla Luce.
●Jeliel

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy