Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM/Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home Page Forum Il Forum della Schola ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

catulla2008
Partecipante
Post totali: 177

Per puro caso ho acceso il televisore l’altra sera su un programma di musica: c’era un’intervista a una giovane cantante molto popolare che stava raccontando come oggi il mercato della musica sia cambiato ancora. Infatti, pare che non piacciano nemmeno più i CD, solo i ‘singoli’ (ovvero il singolo brano), magari da scaricarsi direttamente da Internet. La cantante lamentava la difficoltà di raccontare oggi delle storie attraverso una raccolta di brani perché anche la singola storia deve esaurirsi nel breve spazio del pezzo (3 – massimo 4 minuti).
Mi sono quindi detta: “anche la musica è diventata troppo ‘lenta’ per la nostra iperattiva società”. E ho ricordato quel divertente video della Teresa Mannino proposto da ADMIN che evidenziava come i cartoni animati di trent’anni fa avessero un filo narrativo lungo settimane.
Così, mi è venuto da considerare che vi sia una sorta di cortocircuito in quella peculiarità tutta umana di spaziare con la mente nel futuro, insomma di ‘immaginare’. Sempre più si è convinti che per essere una data cosa basti ‘pensare’ di esserla, e poi via a un’altra proiezione.
Quando un sito di sedicenti kremmerziani interpreta le parole del Maestro che “per donare bisogna possedere” con il sillogismo “per donare bisogna avere” è dunque perfettamente in linea con questa epoca di avatar in cui la parola ‘possedere’ si lega a tutto ciò che è esterno e quindi staccabile-attaccabile come l’accessorio di un aspirapolvere.
Non stupiamoci perciò di questo nostro miriamico sentimento diverso che ha respiro non di 3-4 minuti ma di secoli e millenni. Massaggiamoci quei lobi frontali cui Bronowski
https://books.google.it/books?id=W_DZDAAAQBAJ&pg=PT46&lpg=PT46&dq=animali+non+hanno+immaginazione+senso+del+futuro&source=bl&ots=wr7CugaHXf&sig=pEYqkPYYXf2F83x4-xexZcFnuRg&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwjC2oPM8ereAhUR4YUKHX3kB0YQ6AEwB3oECAUQAQ#v=onepage&q=frontali&f=false
attribuisce capacità immaginativa e lasciamo ad altri il compito di compiacersi di avercela piccola…

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy