Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home/Il Forum della Schola/ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM/Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Home Page Forum Il Forum della Schola ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM Rispondi a: ECCE QUAM BONUM ET QUAM IUCUNDUM HABITARE FRATRES IN UNUM

Diogenonn–
Partecipante
Post totali: 57

Certo m_rosa nella mai revocata Pragmatica Fondamentale tra le tante coordinate dell’agire miriamico, vi sono anche quelle riguardanti il comportamento verso i figli.
Scusatemi ma ogni volta che giustamente richiamiamo la Pragmatica torna alla mia mente lo scempio che ne fanno sul web: mi riferisco principalmente a coloro che farfugliano dell’autoiniziazione ritenendo di averla messa da parte come se trasmissione iniziatica, regole e numeri non avessero più alcun valore ed un pressappochismo tinto di nebbia misteriosofica potesse farla da padrone sullo sviluppo delle coscienze.
E in giro se ne vedono di tutti i colori…
Mi sento solo di raccomandare con tutto me stesso a quelli che potremmo definire “i solitari cacciatori di materiale” di astenersi dal mettere mano agli antichi segni e alle Tradizionali pratiche millenarie che qualche iniziando muovendo incautamente i primi passi nel recinto del Tempio e violando il Patto, ha lasciato cadere per strada in modo “apparentemente”, ribadisco “apparentemente”, completo e corretto… perché le Intelligenze Superiori custodi del Vero hanno sempre due facce. Proprio così due facce. E tra le due diamo appuntamento a quella che ci meritiamo nel far da specchio alla purità delle nostre istanze!!!
Meglio x loro darsi all’ippica (avremmo detto una volta) o… all’alchimia spagirica “fai da te”, quasi da piccolo chimico, anche se molti anni fa ho avuto la ventura, in quel di Torino, di entrare assieme ad una carissima Sorella nel gelosissimo laboratorio alchimico di uno di questi pseudo iniziati … laboratorio dalle scaffalature colme di teorie di barattoli in vetro contenenti preziosissimi (diceva lui) liquidi ed essenze colorate (generalmente color terra) ma che sembrava somigliare, dall’irrespirabile fetore che emanava, più una fatiscente latrina che il “teatro” per un concerto di fragranze. Con i vestiti, al nostro rientro, tutti in lavatrice!
Un caro saluto a tutti i frequentatori del forum

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy