Rispondi a: I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica

Home/Il Forum della Schola/I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica/Rispondi a: I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica

Home Page Forum Il Forum della Schola I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica Rispondi a: I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica

m_rosa
Moderatore
Post totali: 280

Un altro luogo dove ho percepito “ le vibrazioni arcaiche” di cui parlava Corolla, è stato un luogo ricco di magia naturale, mi riferisco a quello che dal medioevo in poi fu definito “il castello di Venere” ad Erice, luogo frequentato dalle popolazioni locali fin dalla preistoria come attestano vari reperti rinvenuti nell’area e, a partire dall’età Arcaica (VII-VI sec.a.C.) così come testimoniato dalle fonti storiche e soprattutto da alcune iscrizioni ritrovate ad Erice, il sito fu sede di un santuario dedicato al culto di divinità femminili della fecondità (sono state trovate dediche in fenicio ad Astarte, in greco ad Afrodite e in latino a Venere). La notorietà del santuario nel quale si praticava la prostituzione sacra così come in altri coevi santuari sparsi lungo le principali rotte marittime del Mediterraneo, si accrebbe dopo la conquista della Sicilia da parte dei Romani nel III secolo a.C. che identificarono la dea con Venere portando il suo culto anche a Roma dove furono dedicati due templi a Venere Ericina.
Or bene, al di là delle notizie storiche quello che mi ha colpito in quel posto, così per come era concepito, uno spazio pianeggiante vagamente circolare sulla sommità di uno sperone di roccia a strapiombo sul mare quasi sospeso nell’aria in bilico tra cielo terra e acqua, dedicato all’Amore, è che anche oggi, seppur con solo poche pietre rimaste, è ancora e sempre lì a celebrare lo ierosgamos sacro in cui tutti gli elementi si incontrano e unificano in un atto creativo infinito “perché ciò che presiede alla fusione delle sostanze di natura separata è principio femminile cui si dette nome Amore negli esseri a forma umana” E per un attimo un sorriso, dalle profondità del mare, è affiorato alle mie labbra…

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy