Rispondi a: I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica

Home/Il Forum della Schola/I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica/Rispondi a: I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica

Home Page Forum Il Forum della Schola I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica Rispondi a: I Luoghi del Sacro, della Magia e della Tradizione ermetica

tanaquilla9
Moderatore
Post totali: 457

Anni fa feci un viaggio a Cipro, l’isola di Afrodite Cypria nel Mediterraneo orientale, percorrendo in auto (la guida è all’inglese, ahimè!) la parte meridionale dell’isola che è greca, separata dalla settentrionale che è turca. L’isola – mi è rimasta impressa per la sua bellezza, dai monti Troödos al mare smeraldo – ha una straordinaria posizione geografica, incrocio di rotte tra oriente e occidente, Grecia, Egitto, Turchia, Siria, e sembra esser stata un lembo d’Asia separato dalla terraferma. La sua cultura risale a 12.000 anni fa, ed era famosa per le sue miniere di rame (cuprum). Nel paese di Kouklia vi è il santuario più antico di Afrodite che sembra risalire al 1300 a.C. La dea vi era venerata sotto forma di pietra conica, un basalto nero alto 1 mt. e 22, posizionato al centro del tempio e riconosciuto come il secondo Omphalos della terra, con funzioni di oracolo, legame fra “cielo e terra” e simbolo del culto ad un Principio Femminile ginandrico. “La pietra nera nasconde una dea senza volto che solo per amore si mostra, nel balenare di un soffio di vento”. Oggi è conservata al Museo di Kouklia, accanto al tempio, e la dea cosiffatta nulla ha a che vedere con la raffigurazione leggiadra che i Greci ne fecero. Il radicamento e l’antichità del culto di Afrodite a Cipro è il frutto di una antichissima tradizione locale connessa con i riti della fertilità e della Madre Terra, unita, fin dall’Età del Bronzo, a motivi religiosi di origine medio-orientale e alla figura di Istar-Astarte. I Greci arrivati a Cipro vi avrebbero trovato questa figura divina e se ne sarebbero appropriati, trasformandola plasticamente in quella consegnataci dalla mitologia d’epoca arcaica e classica. Le Charites (le Grazie) si presero cura di Afrodite giunta sull’isola profumandola con essenze preziose. Così dicono gli Inni Omerici. Gli scavi in un villaggio dell’età del bronzo Pyrgos-Mavroraki testimoniano l’esistenza della più antica fabbrica di profumi ed essenze per cui Cipro eccelleva nel mondo antico e il distillatore trovato a Pafos conferma la conoscenza delle tecniche distillatorie (per sublimazione e a ciclo continuo). Il passaggio dalla storia al mito e i richiami alla dea sono numerosi dappertutto. I Bagni di Afrodite, nella penisola di Akamas, raccontano l’amore della dea e di Adone; a Petra Tou Romiou, una baia a mezzaluna, è nata Afrodite, scegliendo come culla un faraglione che emerge dal mare. La spiaggia è di ciottoli dai mille colori e dalle mille venature, le acque sono cristalline. Qui, più che altrove, sono entrata in contatto con l’energia venerea di Cipro.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy