Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA

Home/Il Forum della Schola/NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA/Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA

Home Page Forum Il Forum della Schola NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA

BELL
Partecipante
Post totali: 71

Buonasera a tutti, può essere utile per tutti noi fare una breve sintesi metodologica che tiri le fila sul discorso che stiamo svolgendo. Siamo partiti da alcuni rimedi delle Lunazioni (analizzati anche alla luce delle più recenti acquisizioni scientifiche) per affrontare il tema di come questi rimedi siano un veicolo per la Medicina Hermetica. Il Maestro Kremmerz per le Lunazioni, specialmente il primo ciclo, fa espressamente riferimento all’Antica Medicina Egizia per cui siamo andati a estrapolare alcuni concetti di essa che richiamano la Terapeutica Hermetica.
Da questi concetti ci siamo posti le seguenti domande: possiamo trovare un “continuum” di trasmissione di questi concetti di Medicina Hermetica nelle Scuole Filosofico/Mediche in terra Italica? Perché la terra Italica è stata favorevole a questa trasmissione? Possiamo trovare un “continuum” attraverso varie tappe che ci porti alla Metodologia della nostra Schola? Per iniziare a rispondere a questi quesiti ci stiamo occupando in ordine cronologico della Scuola di Elea/Velia, della Scuola di Crotone, in seguito di quella Salernitana ecc. Quindi non interessa fare una storia della Medicina o un trattato su uno specifico Filosofo o Medico in quanto questo riguarda studiosi ben più preparati; a noi interessa cogliere nelle varie Scuole e nei personaggi di spicco che le hanno caratterizzate quegli aspetti della Tradizione Hermetica che dimostrino una trasmissione ininterrotta. Ad esempio approfondendo la figura di Parmenide, su cui sono stati scritti numerosi trattati da parte di importanti studiosi, ci siamo soffermati sulla modalità terapeutica del sogno che riprendeva l’antica pratica dei “sogni incubatori” di provenienza dalle regioni dell’Anatolia, che furono ripresi dai Focei i quali fondarono Elea. Questa modalità di Terapeutica Hermetica la ritroviamo anche in alcune pratiche della nostra Schola. Cercare di trovare questo “continuum”della Tradizione, a mio modesto parere, è molto importante perchè in realtà è ricercare il nostro”continuum” da cui proveniamo e a cui abbiamo partecipato.
Un abbraccio a tutti.

  • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 8 mesi fa da admin Kremmerz.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy