Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA

Home/Il Forum della Schola/NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA/Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA

Home Page Forum Il Forum della Schola NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA Rispondi a: NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA

catulla2008
Partecipante
Post totali: 177

Trovo molto interessanti le informazioni riportate da Buteo.Infatti, se l’Etologia oggi asserisce “che non esiste alcun carattere (comportamentale o altro) che non sia frutto di un’interazione tra fattori genetici e fattori ambientali” questo rimette al centro il fattore discrezionale di ciascun individuo e anche la possibilità di rendere consapevole tale azione fino alle nostre molecole e, perché no?, ai nostri geni.
A differenza dell’approccio orientale verso un karma ineluttabile da scontare, la Scuola Filosofica Italica ha sempre rivendicato la possibilità di agire fino nel più profondo dell’individuo (e difatti così è intesa la terapeutica ermetica). Oggi lo conferma pure la scienza che i geni possono essere attivati o restare inattivi a seconda dell’ambiente… Ma qual è il primo ambiente? Non è forse il nostro stesso corpo? Non sono forse i nostri stessi pensieri, emozioni, sensazioni? E, dunque, procedere a ritroso verso il quid che detiene la capacità di disporne dentro di noi, non significa anche riacquistare le chiavi della salute e dell’equilibrio?
Credo che l’operatività e le pratiche tradizionali proprie della Schola, sotto la guida di Chi ci è già passato, portino a rendere attivo e consapevole il contatto con il proprio principio vitale e, in un graduale esercizio a prendere e lasciare di tutto (dai cibi, ai pensieri, alle ondate emotive) fino alla capacità di impugnare il famoso karma o disposizione genetica che dir si voglia in modo da sanarsi ‘fino nel profondo’.
Ecco perché il cammino nella Schola è davvero un’opera mirabile di salute e di luce.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy