Rispondi a: UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS

Home/Il Forum della Schola/UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS/Rispondi a: UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS

Home Page Forum Il Forum della Schola UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS Rispondi a: UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS

holvi49
Partecipante
Post totali: 91

La teoria della relatività afferma che niente può raggiungere la velocità della luce, ma si riferisce a particelle “materiali”, dotate di massa positiva (i fotoni hanno massa nulla e non trasportano nessuna carica elettrica, per cui anche l’idea che possano viaggiare oltre la velocità della luce non viola la teoria della relatività).La teoria della relatività, quindi, non esclude il fatto che una particella con massa pari o inferiore a zero possa nascere a una velocità superiore a quella della luce.
Se è vero che noi siamo fatti di energia cosmica, di luce trasformata, di vibrazione incarnata, siamo anche ciò che è la natura dei nostri pensieri.
E non percepiamo la realtà soltanto attraverso i nostri apparati sensoriali, ma sintonizzandoci a livello vibratorio con tutto il creato. I nostri apparati sensoriali sono specializzati a captare determinate frequenze e trasformano in impulsi sensoriali le sole frequenze vibratorie che riescono a cogliere. Questo fa sì che ci si possa trovare in situazioni che la scienza ufficiale non riesce tutt’ora a spiegare etichettandole come fenomeni “PSI” che non trovano dimostrazione a livello empirico.
Ora, queste frequenze vibratorie possono essere in sintonia con altre creando un accordo “per simpatia” e, convibrando con esse, creano una sorta di unione che può determinare un nuovo stato energetico. Per i pensieri avviene in modo analogo: nel momento in cui si è incentrati in uno stato negativo, si entrerà in risonanza con tutte le frequenze generate da situazioni negative o, viceversa, in stati di vibrazione positiva, si entrerà in sintonia con un campo vibrazionale positivo, poiché il nostro pensiero in movimento si propaga velocemente nell’intero campo vibrazionale andando a sintonizzarsi con onde della stessa polarità. Quando pensiamo intensamente a una persona, ci siamo posti a livello vibratorio sulla sua stessa frequenza mentale e che la nostra energia, in uno scambio armonioso, si sta accordando alle vibrazioni di pensiero di chi in quel momento stiamo pensando. Posso riportare una esperienza vissuta: mi trovavo in casa con una persona in due camere separate, quando l’ho vista attraversare la stanza dov’ero, recandosi verso il bagno. Con mia grande sorpresa, entrando nella stanza dove si trovava, era lì, seduta. Ho chiesto se non si fosse alzata per andare nel bagno. Mi ha risposto: ” l’ho solo pensato”.
Mi piace ricordare una frase del libro ” Il gabbiano Jonathan Livingston” in cui Fletcher Lynd, discepolo di Jonathan, si rivolge ai suoi allievi dicendo: ” il vostro corpo, da una punta dell’ala a quell’altra, altro non è che un grumo di pensiero.”
Un caro saluto

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy