Rispondi a: UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS

Home/Il Forum della Schola/UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS/Rispondi a: UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS

Home Page Forum Il Forum della Schola UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS Rispondi a: UN THREAD SENZA TITOLO X UN “SOCIAL” SUI GENERIS

tanaquilla9
Moderatore
Post totali: 455

Riprendo il tema della comunicazione che è importante. Nella ns. Schola si parla di comunicazione persino nella terapeutica a distanza quale comunicazione in lontananza di idee, di forza e di materia.
Come hanno già espresso catulla e mandragola, la partecipazione e la comunicazione sul forum sono una ulteriore sperimentazione che ci è offerta per aiutarci a migliorare. Quando vi interveniamo, nel mentre ci arricchiamo degli apporti di tutti, e condividiamo un interesse, stiamo anche tentando di fare chiarezza in noi stessi, di essere sinceri, verificando quale è la nostra idea reale, priva il più possibile di sovrastrutture; stiamo facendo un esame di coscienza, sviluppando un’analisi critica.
Ad esempio alla sera dopo aver letto qualche intervento sul forum mi ritrovo a riflettere sulla cosa, ricercandola nelle mie esperienze e analizzandomi. Davvero ne traggo un beneficio e di tanto ringrazio.
Rispetto alla possibilità di un unico linguaggio che accomuni tutto ciò che vive, anche secondo me, la comunicazione può acquisire una valenza universale quando è l’espressione di una sintesi. La sintesi (ah, benedetta sintesi cui si aspira…) è la conseguenza della penetrazione per amore della cosa anelata. Credo che in tali condizioni qualunque forma di vita risponda e comunichi.

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy