Equinozio di Primavera 2021

Home/News/Equinozio di Primavera 2021

Equinozio di Primavera 2021

Navigando sul web ho trovato quest’immagine, a mio avviso particolarmente simbolica, per augurare a TUTTI i frequentatori del Sito  un Equinozio di Primavera foriero di Luce per ogni essere in evoluzione e sintonico col vero Bene e la Salute del Pianeta tutto e dell’umanità intera.

Buona Primavera!

About the Author:

61 Comments

  1. Lucilio_ 28 Maggio 2021 al 13:07 - Rispondi

    La celebrazione dei culti, i riti, mi hanno sempre affascinato, sarà perché in queste celebrazioni si nota la netta differenza che c’è tra l’uomo e l’animale.
    Ogni volta che assisto ad un matrimonio o cerimonia pubblica, sento che l’intelligenza dell’uomo celebra qualcosa che è più in alto di lui ma allo stesso tempo gli è proprio.
    Leggere della vicenda dell’Uovo di Sarnano mi fa riflettere.
    Mettendo da parte il simbolo, i gesti, i tempi e le parole scelte nel rito, quello che mi colpisce sempre subito è l’appartenenza dell’Uomo a tutto l’universo, all’UNA infinita.
    Il richiamo delle energie utili ai vari bisogni della vita era educazione che si riceveva sin da piccoli.
    Sono esistiti tempi migliori di quelli di oggi.
    Ma la speranza, la tranquillità, la protezione, l’Amore che infonde l’appartenenza alla Fratellanza di Myriam non sono cose da poco nella società in cui viviamo e non ne possiamo più fare a meno.
    Resto sempre un po’ geloso delle esperienze che le sorelle e i fratelli hanno avuto con la Delegazione quando io non ero ancora iscritto!
    io non c’ero ancora.
    Vi abbraccio sempre e sempre Grazie a Chi ci guida su questa strada di Salute.

    • ondina 29 Maggio 2021 al 12:49 - Rispondi

      Carissimo Lucilio, le tue parole mi hanno riportato indietro nel tempo, quando si scherzava fraternamente insieme, e ho riso di nuovo proprio come allora!
      Questo legame sottile che ci lega è sempre più tangibile e la condivisione delle esperienze vissute annulla il tempo, fa si che siano vissute da tutti…,quindi in realtà tu c’eri!
      Un caloroso saluto a tutti i naviganti

  2. GELSOMINO 3 Aprile 2021 al 10:06 - Rispondi

    Cara m_rosa condivo a pieno quanto scrivi nel tuo post del 23 marzo sul vivere il presente , accorgendoci di quanto abbiamo a disposizione e facendo il nostro meglio per utilizzarlo , ricordando il passato sopratutto per non ripetere gli stessi errori . Il Maestro che ci ha guidati fin qui , e che per nostra fortuna ancora ci sostiene, è una testimonianza costante del valore Magistrale di quanto ci trasmette in ortodossa ottemperanza al suo Mandato .

  3. mercuriale2011 3 Aprile 2021 al 08:49 - Rispondi

    Grazie Fr FRARAF per il tuo augurio quanto mai gradito in questo momento!
    E grazie anche ad Admin per aver richiamato alla memoria l’esperienza dell’uovo di Sarnano facendoci rivivere quei momenti magici. Mi auguro che in questo rito di Primavera i semi gettati dalle amorevoli mani del Maestro M.A. Iah Hel possano finalmente germogliare in ognuno di noi e possa spuntar la Luce.
    Auguri di Buona PASQUA a tutta la Fratellanza

  4. m_rosa 2 Aprile 2021 al 17:06 - Rispondi

    Grazie caro Fratello Fraraf, tanti auguri di rinascita anche a te. Le tue parole, con il concetto della Pasqua come passaggio, mi hanno riportato alla mente quanto il Maestro Kremmerz dice sulla carta della Morte, e quanto noi diciamo con il Credo “la morte principio di vita nova”

  5. seppiolina74 2 Aprile 2021 al 08:22 - Rispondi

    Non conoscevo il Rito dell’uovo di Sarnano, l’esperienza dell’Agape 2006 sui Monti Sibillini. Peccato non fossi presente, perché ” distratta” da altro…ma leggere le parole del Maestro mi ha dato la sensazione che fossi là anche io, in qualche maniera. Mi rendo sempre più conto che nella nostra Via, saper osservare e cogliere l’attimo fuggente può essere importante, soprattutto se si considera che molte delle esperienze fatte, rimangono dentro di noi per anni, a volte portando frutto e preparando nuove sementi da piantare.
    Ringrazio il Maestro che ne ha parlato citando i dettagli, che hanno reso l’immagine dinnanzi agli occhi più vivida e reale.

  6. FRARAF 1 Aprile 2021 al 11:31 - Rispondi

    DALL’UOVO DI SARNANO ALL’UOVO DI PASQUA – DALL’EQUINOZIO DI PRIMAVERA AL PRIMO PLENILUNIO DI PRIMAVERA – ALLA SUCCESSIVA DOMENICA DI PASQUA

    Come non pensare in questo periodo alle negative circostanze dell’Epidemia alle avversità e ai dolori dell’umanità tutta, ma impariamo a sapere andare oltre e anzi da questi acquisiamo
    forza e vigore perché è con la Pasqua che si sconfigge la morte con la VITA ETERNA.
    Pasqua è passaggio, è RINASCITA e dall’uovo si schiude una VITA NUOVA
    Quindi auguri alle Sorelle+ e ai Fratelli+ tuttiper una nuova vita felice e un futuro sereno e migliore.

    BUONA PASQUA

    • mandragola11 1 Aprile 2021 al 12:30 - Rispondi

      GRAZIE, carissimo Fratello FRARAF, ricambio di ❤️ gli Auguri per una RINASCITA e una VITA NUOVA in Miriam!

    • tanaquilla9 2 Aprile 2021 al 14:58 - Rispondi

      Grazie per questi graditissimi auguri.
      Il rito primaverile ci sprona ad avere più forza e vigore.
      Che la Pasqua, col significato che Le hai dato di passaggio e di rinascita, sia propizia a tutta la Fratellanza.
      Fraterni auguri anche a Te , FRARAF.

      • catulla2008 4 Aprile 2021 al 22:19 - Rispondi

        Carissimo Fratello FRARAF, le tempeste della vita sono tali e tante che il rischio di essere sbattuti dai flutti è tutt’altro che peregrino, e sovente la resurrezione appare solo una boccata di ossigeno prima di una nuova ondata. Ma la Miriam è e resta l’ancora che “sostanzia le cose sperate e argomenta le non parventi”, l’unica cui aggrapparsi per vivere e non solo sopravvivere. Grazie dunque del tuo sprone a sapere andare oltre, e dei graditissimi auguri per un futuro migliore che ricambio di tutto cuore.
        Buona Pasqua: e che rinascita sia. Per Tutti.

    • Dafne 3 Aprile 2021 al 12:03 - Rispondi

      Ringrazio il Fratello FRARAF delle belle parole, che sento che sono vere e giuste, le ricambio anche al Maestro M.A. Iah-Hel e ai Fratelli tutti.

  7. g_b 28 Marzo 2021 al 20:53 - Rispondi

    Mi ha colpito questo racconto del Maestro, sull’uovo di Sarnano. Mi ha fatto stare bene, sognare di essere li a sperimentare circondati da quei luoghi straordinari. Vorrei anch’io operarmi per il bosco adottato. L’immagine dell’uovo mi da grandi speranze ed energie per questo nuovo anno, primo desiderio , riuscire ad essere sempre più VERAMENTE libero dal pensiero del patriarcato , dalla filosofia predominante.
    Sempre di più. Vi auguro ogni bene! Tanti cari saluti.

    • mandragola11 29 Marzo 2021 al 15:57 - Rispondi

      Ricordo e informo i nuovi, che molto delle esperienze vissute con la Delegazione Generale si trovano in Elissa.net. Ho appena guardato le immagini del Ninfeo con una bellissima colonna di Luce.

      • g_b 29 Marzo 2021 al 21:42 - Rispondi

        Grazie mandragola11! Sto guardando… Che meraviglia!

  8. m_rosa 23 Marzo 2021 al 15:22 - Rispondi

    Grazie alla Direzione per averci rammentato quella esperienza, c’è l’ho ancora davanti agli occhi quella giornata, che privilegio abbiamo avuto a poter vivere, o rivivere, certi rituali che nessun altro avrebbe potuto donarci, se non Chi li conosceva per antica esperienza! È quando le cose nn le hai più che ne apprezzi a pieno il valore. E ciò mi porta a riflettere sul fatto che non apprezziamo mai quanto si dovrebbe le cose che abbiamo al presente. Oggi abbiamo cose che un tempo non c’erano, questo sito, per esempio, o la possibilità di avere un filo diretto con i Maestri per porre domande, chiedere chiarimenti, ecc., ma mi chiedo, ne apprezziamo a pieno il Valore? Ne viviamo tutte le potenzialità? Io credo che ogni cosa provenga dalla Delegazione abbia un valore evolutivo intrinseco, non solo nella forma, che pure ha una sua ragione di essere, ma soprattutto nel messaggio, anzi nella Forza trasmutativa che porta in se. Un augurio di crescita a tutta la Fratellanza

    • wiwa70 23 Marzo 2021 al 17:31 - Rispondi

      Sono davvero colpita dalle parole profetiche del racconto che ci hai trasmesso, caro Maestro +++++ IAH-HEL! Mi sono sembrate così tanto attuali e pare che si stiano verificando proprio in questo momento storico. D altro canto, l antidoto a tutta questa prevaricazione e violenza sul Femminile e sulla Natura, viene indicata nel rito celebrato di seguito, a cui purtroppo non tutti hanno avuto la fortuna di partecipare e mi domando se l Uovo di Sarnano, non solo simbolico ma vissuto in carne e ossa, ci possa indicare forse che la soluzione a tutto il male è SEMPLICE e alla portata di tutti…ma di tutti coloro che lo vorranno veramente? Intanto dico a me stessa che non serve rimpiangere il passato e ciò che non si è potuto fare ma, come Mrosa ricordava, sarebbe forse sufficiente vivere in modo attivo e pieno, le possibilità offerte dal presente, attraverso questo Sito e l aiuto prezioso dei nostri amati Maestri, liberandoci da resistenze e paure per poter finalmente ‘spiccare il volo’?! Fraternamente vostra in Miriam

  9. admin Kremmerz 23 Marzo 2021 al 11:54 - Rispondi

    In risposta a Dafne e Buteo si riporta di seguito un articolo apparso sul sito Elissa.net che riassume sia alcune notizie sull’uovo di Sarnano, sia una sintesi dell’esperienza fatta in loco nella lontana Agape del 2006 della quale molti Fratelli e Sorelle iscritti da tempo alla Schola avranno memoria.
    Buona lettura.

    L’UOVO DI SARNANO FRA STORIA LEGGENDA E CRONACA
    L’Uovo di Sarnano è di calcare bianco, scalpellato da mani umane millenni e millenni fa.
    Fu avvistato non più di una decina d’anni fa semisepolto nel letto del Rio Terro, da alcuni cittadini sarnanesi appassionati di storia e di archeologia. Il Rio Terro è un affluente del Tennacola, a sua volta affluente del Tenna, che ha la sua sorgente tra la Sibilla e la Priora, e dopo 77 Km. di percorso in una valle fertile e ridente, via via sempre più abitata, si getta nell’Adriatico tra Porto S. Elpidio e S. Tommaso alle paludi.
    Quest’Uovo di pietra, con sulla cima scavata una specie di vaschetta, era stato trovato dove il Rio Terro, poco lontano dalla sua sorgente, scende tra un fitto bosco e a circa 7 Km. dall’abitato di Sarnano e poi recuperato e sistemato vicino alla chiesa madre.
    Ma in quel luogo dove fu ritrovato, detto Campodimonte, ora disabitato e remoto, e sulla collinetta di fronte chiamata tutt’ora Civitella, un tempo molto molto lontano, c’erano importanti insediamenti umani e terre coltivate e fertili. Il grande uovo era pertanto un monumento e un simbolo pieno di significato, e non di certo un cippo di confine, frutto della centuriazione romana, come ventilato da alcuni archeologi, anche perché, che centra la forma dell’uovo con la geometria di forme astratte e statiche come la colonna, il rettangolo, il cono e la piramide? Un uovo non potrà mai essere il segno di una divisione arbitraria, di uno spezzettamento artificiale e artificioso!
    L’uovo è l’immagine apparente della nascita di ogni vita a noi nota, di quella invisibile cellula iniziale che dopo tanto turbinare nello spazio infinito di atomi attratti e distratti, di scontri e incontri liberi e fortuiti, d’insorgere e concatenarsi di molecole innumerevoli, si acquieta infine in una forma ordinata e funzionale al suo fine, col suo nucleo-tuorlo, il suo plasma-chiara, la sua placenta-pellicola e il suo guscio protettivo, e trova l’ambiente più propizio per far sì che la vita si schiuda, si accresca e si moltiplichi all’infinito.
    Non c’è quindi da meravigliarsi se i nostri antichi avi italico-sibillini ne avessero fatto un monumento simbolico e ancor più, conoscendo il loro spirito prammatico, non possiamo far a meno di domandarci a che cosa serviva la vaschetta scolpita sulla sua sommità!
    Una Sibilla mia amica ne ha rivelato l’enigma e non vi nascondo che il suo sibillino racconto mi torna. Anzi, penso proprio che non solo interpreti giustamente l’utilizzo fattone in un lontano passato, ma ci trasmetta, analogicamente, la chiave per far sì che se ne esplichi, nel presente, la finalità intelligente e funzionale a vantaggio della collettività.
    Secondo Joyce, la mia amica sibilla ormai scomparsa, ogni anno alla fine dell’estate o agli inizi dell’autunno, si celebrava nella comunità sibillina la festa dell’uovo oracolare. Oracolare perché?
    Perché rivelava quale tipologia di semenza si sarebbe dovuta seminare, preminentemente, per meglio fruttificare nell’anno successivo: e questo indice di preveggenza si preparava nella vaschetta di quest’uovo di pietra!
    Vediamo come: “ La vaschetta si riempiva con paglia e pula dei vari cereali – narra la Lussu – e con le teche ben secche dei vari legumi, il tutto finemente tritato e poi inumidito con acqua di sorgente, con l’aggiunta di un’erba officinale di cui solo la Sibilla aveva il segreto. In questo lettuccio fresco e nutriente si deponeva un seme per ogni cereale e uno per ogni legume. Poi si metteva sopra una cupoletta di graticcio per proteggerli dai raggi troppo diretti del sole, e, se veniva un’acquazzone, un’altra cupola di corteccia. Un ragazzo e una ragazza erano addetti alla sorveglianza, e si davano il cambio giorno e notte… Tutti, di tanto in tanto, appoggiavano le mani a palme aperte sul grande uovo di pietra, come per riscaldarlo, covarlo, aiutarlo a dischiudersi a una nuova vita…”
    E l’oracolo della natura sibillina, puntualmente arrivava con il germogliare del primo seme, che sarebbe stato, pertanto, quello che avrebbe restituito il raccolto più abbondante, quello, perciò, su cui maggiormente investire, in quantità e qualità, le energie della comunità, a partire dalla nuova semina autunnale. Si faceva poi una gran festa collettiva e propiziatoria.
    Tutto questo avvenne ogni anno per lunghi anni, forse per millenni, finché pare che un brutto giorno, nel bel mezzo della festa dell’uovo oracolare, giunsero vescovo, preti e armigeri che si accanirono sul grande uovo per farlo a pezzi, ma visto che non vi riuscivano per la sua calcarea durezza, lo rovesciarono su un fianco, spingendolo giù giù lungo il pendio, fino a precipitarlo nel torrente Terro, affinché vi rimanesse sepolto, stando alla maledizione del vescovo, per tutta l’eternità.
    Ma si levò a quel punto la voce della Sibilla a profetare queste lapidarie parole:
    “Non per l’eternità, ma per secoli sì…riuscirete a dominare il mondo, inventando poteri assoluti e indiscutibili, maschili e paterni, e false morali di obbedienza e rassegnazione per i più, affermando il vostro diritto a comandare sugli altri col terrorismo di un’onnipotenza soprannaturale di cui vi autonominerete i rappresentanti… Con efficienza sistematica alla sopraffazione, imporrete una ragion di stato separata dai naturali sentimenti umani, dal rispetto per i viventi, per questo bel pianeta che è la nostra casa e non valle di lacrime o campo di sterminio per prigionieri di guerra!
    Ma questo non durerà sempre, voi ci manderete al rogo come streghe, sterminerete intere popolazioni più civili di voi, desertificherete terreni fertili e splendide foreste, avvelenerete le acque e l’atmosfera, ma a un certo punto la vostra energia distruttiva si affloscerà e toccherete il fondo!
    E quando il grande uovo di pietra riaffiorerà dal letto del torrente dove lo avete sepolto, questo sarà il segno del vostro declino verso la sconfitta, il segno dell’inizio di una maturazione, di una risalita delle genti espropriate, verso un nuovo assetto di equilibrio e buon senso, verso una morale che non sia quella pervertita e falsa di chi si arroga infondate superiorità sugli altri, ma che accomuni tutta la specie umana e tutte le specie viventi. E che riconosca a ciascuno, dato che ci è nato, il diritto di vivere su questo pianeta, senza essere straziato e condannato a morire anzitempo da fenomeni prodotti artificialmente dalla follia umana… Nell’affermazione globale del Principio universale di Fratellanza, intrinseco alla Vita stessa in tutte le sue forme e manifestazioni”.
    Questa la profezia della Sibilla e sulla sua eco Elissa ne ha riattivato analogicamente – con un nutrito numero di amici fra cui alcuni bloggettin/e – la sua antica e sacra funzione oracolare.
    Eccone la cronaca: tutti hanno scritto su un bigliettino un pensiero su quello che, concretamente e primariamente, andrebbe investito nel prossimo anno, in mezzi ed energie, per affermare e manifestare sempre più il Principio di Fratellanza in, fra e intorno a noi. Messo tutti il proprio bigliettino, ben piegato in quattro, nella vaschetta dell’Uovo oracolare, Elissa vi ha aggiunto il suo, unitamente ad alcuni ingredienti sibillini, rimescolando il contenuto della vaschetta e indi coprendola con un foulard di seta rosso bianco e nero. Ha poi poggiato la mano destra aperta sull’Uovo di pietra, invitando, tutti a turno, a fare altrettanto e, dopo alcuni minuti di concentrazione e di silenzio, con un gesto deciso e fulmineo ha tolto la seta tricolore nel mentre, contemporaneamente, due bigliettini volavano in aria per ricadere alla base del grande Uovo oracolare.
    Elissa li ha raccolti entrambi specificando che il primo corrispondeva alla risposta della Sibilla all’oracolo richiesto, e il secondo, inaspettato, era un suo ulteriore dono e poteva contenere un messaggio o un insegnamento sibillino su cui meditare o riflettere.
    Ha letto il primo: “Coltivare un bosco caro a tutti avvicendandosi nel portarvi acqua e concime” aggiungendo: “L’oracolo sibillino ha decretato! E così Sia! Dal mitico UOVO ORACOLARE, Sacra Matrice antica, rinasca e si rinnovi la Fratellanza infinita”!!!
    Ha quindi letto il secondo bigliettino: “Volersi bene è più facile che far del male”.
    A questo punto, come interpretazione propositiva sull’oracolo ha lanciato l’idea di adottare un bosco/ninfeo prendendosene cura, ripulendolo, rispettandolo, amandolo unitamente a tutte le creature viventi che lo popolano, e unendosi e alternandosi con lei nello stesso e comune fine, cosicché… il volersi bene diventi, per tutti, sempre più facile che far del male…
    Si è andati poi tutti insieme a festeggiare alla Taverna della Luna.

    • mandragola11 23 Marzo 2021 al 12:20 - Rispondi

      +++++Maestro, rileggere di quella bellissima esperienza che abbiamo vissuto sui Sibillini mi ha fatto venire i brividi… grazie di ❤️! …anche alle Sorelle per averla richiamata e chiesto lumi ❤️…

    • kridom 23 Marzo 2021 al 14:59 - Rispondi

      Grazie Admin per la tua spiegazione, mi è quasi sembrato di vivere il contesto in cui non ero presente. Quanto è vero che è più facile volersi bene….mi sento di rivolgere un augurio di amore reciproco e verso la nostra madre natura. Vi abbraccio

    • tanaquilla9 23 Marzo 2021 al 16:26 - Rispondi

      Tanta gioia nel rileggere e rivivere l’esperienza dell’uovo oracolare tutti insieme con Elissa.In questo momento primaverile e rituale, la lettura associata alla memoria vivida di quanto facemmo, mi ha dato una bella carica di energia. E che meraviglia la profezia della Sibilla.
      Il Ninfeo da adottare, suggerito da Elissa, l’abbiamo amato. Quante volte, dopo averlo ripulito, ci siamo lì seduti circondati dalle farfalline azzurre (ninfe?) del posto.
      Con affetto
      Grazie, grazie, grazie

      • GELSOMINO 23 Marzo 2021 al 20:01 - Rispondi

        Nonostante a suo tempo ne compresi molto poco , il rituale dell’uovo di Sarnano è rimasto profondamente impresso nel mio essere .
        Oggi rileggendo l’articolo , so di aver partecipato a qualcosa di meraviglioso.
        Ma dove ho provato la magia di un amore senza oggetto,indefinito, traboccante , che mi metteva in uno stato vibratorio che mi affratellava a tutto e a tutti , è stato la sera alla Taverna della Luna
        Non so cosa accadde ,però conservo nel mio cuore questo sentimento di rara bellezza !

    • Buteo 23 Marzo 2021 al 21:21 - Rispondi

      Grazie Admin e grazie Dafne. Avevo cercato in internet e mi chiedevo in quale periodo dell’anno avvenisse il rito, perché ora la semina dei cereali è autunnale, ma in molti luoghi e per molte varietà è primaverile, e forse così era allora. Quindi avevo immaginato a una germinazione anticipata a fine inverno, grazie magari a una copertura dell’uovo con vetro o un telo, come una serra. Ma, sapere già alla fine del raccolto quali semi conservare e quali invece consumare nell’autunno-inverno, fa la differenza. Il rito era un rito prezioso: permetteva di nutrirsi, avendo già destinato i cereali giusti alla successiva semina. E, a trent’anni dal riaffiorare dell’uovo oracolare nel campo presso il fiume, anche se non credo all’intervento divino della Sibilla, ma alla sua conoscenza del segreto di far germinare i semi più forti fuori stagione e alla sua benevola disposizione verso la comunità che a lei si rivolgeva, tuttavia attendo fiduciosa, e oggi più che mai, che la sua profezia si avveri!!

    • Dafne 24 Marzo 2021 al 11:00 - Rispondi

      Ringrazio il Maestro per avermi fatto ricordare tutto, anche dei fogliolini … fu un’esperienza bellissima. Che nessuno dimentichi il messaggio oracolare per la Fratellanza perché è sempre attuale e che va sempre tenuto vivo.

  10. Lucilio_ 22 Marzo 2021 al 13:38 - Rispondi

    Mi rende tanto felice sapere di appartenere a questa famiglia ed avere dei Maestri che non si dimenticano mai di noi!
    Buon inizio dell’anno magico a tutti!
    Saluto e Abbraccio fraternamente il nostro Delegato Generale,i Maestri e fratelli tutti.

  11. Buteo 21 Marzo 2021 al 21:31 - Rispondi

    Ecco che torno a chiedere a Dafne se è possibile che questa volta ci parli l’uovo cosmico di Sarnano, dei i suoi riti di fertilità e, se fosse possibile, anche qualche accenno a quanto sperimentato…

    • Dafne 22 Marzo 2021 al 16:56 - Rispondi

      Buteo, questo è quello che io ricordo dopo tanti anni: l’uovo cosmico di Sarnano è un blocco di pietra vuoto e pieno di terra con sopra un incavo dove in antico come rito di primavera due giovanetti, un uomo e una donna, mettevano varie sementi, in modo che i più forti che spuntavano per primi erano la scelta da fare per la semina dei campi. Era una specie di oracolo. Ricordo che un rito analogo lo ha fatto il Maestro come responso oracolare per la Miriam. Ricordo che non mise il panno bianco per coprire perché non si poteva, perché l’uovo stava in luogo pubblico. Non era fattibile.

    • Corolla 22 Marzo 2021 al 20:22 - Rispondi

      Grazie…anch’io desidero estendere a tutti voi i miei auguri per un luminoso rinnovamento. La primavera è luce e bellezza, conquista di consapevolezza e dibvitalità. Il ciclo ripetitivo delle stagioni non deve spingerci alla  passività, ma renderci disponibili al risveglio, all’evoluzione, e infine sottrarci agli inganni del mondo sensibile .

  12. Alef2006 21 Marzo 2021 al 20:05 - Rispondi

    Grazie +++++Maestro per il caloroso messaggio Augurale: ne avevamo proprio bisogno! Ricambio con sincero affetto estendendoli al Popolo di Miriam.

  13. Dafne 21 Marzo 2021 al 18:41 - Rispondi

    Ringrazio il +++++Maestro per lo stupendo augurio di rinascita. Ricordo l’uovo cosmico di Sarnano, con i suoi riti di fertilità, che abbiamo visto tutti e sperimentato insieme a Lei.
    Buon Equinozio di Primavera a tutta la Fratellanza. Che sia un buon inizio!

  14. Buteo 21 Marzo 2021 al 18:39 - Rispondi

    Grazie per questa immagine, Admin. Anch’io come Seppiolina noto la radicazione dell’uovo nel terreno forse solo apparentemente arido. Dafne, a proposito dell’esperienza della Solfatara, scriveva del ‘fuoco che arde in ognuno di noi come brucia dentro la terra, per trasformare tutto in nutrimento vitale per tutti gli organi che formano il nostro corpo e quello della terra’. Radicato l’uovo, come radicata è la rosa nell’immagine a pag.54 de ‘La via della rosa’, come lo è la cellula uovo fecondata, nella parete dell’utero materno. L’uovo equinoziale si schiude in primavera, dopo la gestazione lunga un autunno e inverno, i mesi in cui Proserpina scende all’Ade, dove lavora alla propria rinascita? Rinascita o trasformazione che, in primavera, si rende a poco a poco manifesta nell’utero che è l’universo? Non mi è chiaro il significato del rito di Kons: se embrione e feto erano in gestazione nell’utero materno, il bocciolo chiuso nelle gemme del ramo, i germogli all’interno dei semi interrati, ora la manifestazione si espone a pericoli a insidie a malattie a illusioni…e ancor più necessita di protezione o guida? Le 12 margherite già in fiore sono guida discreta ai fiorellini lilla che risalgono in movimento sinusoidale? la palma mi sembra simboleggi la vittoria, le due cactacee non saprei. I cactus sono piante succulente, fanno scorta d’acqua nelle poche piogge, avendo trasformato i propri fusti in vere riserve d’acqua, che non disperdono per traspirazione, perché le foglie sono mutate in spine, anche a difesa dagli attacchi… Che altro? forse le scure fratture del guscio sono un trapasso doloroso prima dell’esplosione floreale?
    Intanto, mi è venuto un ricordo di quando la prof. di greco ci narrava di antiche feste in cui un grande uovo era portato in processione, e noi ridacchiavamo perché avevamo letto che di un grande fallo si trattava, parola che lei, delicata donnina, non avrebbe potuto pronunciare… Ecco, ora penso invece che fosse giusto quanto diceva lei…

  15. garrulo1 21 Marzo 2021 al 15:54 - Rispondi

    Voglio anch’io esprimere un immenso Grazie alla Direzione della Schola, ai Maestri per il Simbolico Augurio di Rigenerazione, in un momento naturalmente proficuo affinchè ciò accada, nella finalità assoluta di Bene che caratterizza l’Opera nostra. Proprio oggi, all’ora di pranzo, sul canale della Rai 1, ad un certo punto, mostrando le bellezze tipiche della terra italica, i conduttori si sono soffermati sulla Città di Pisa, e se non sbaglio, proprio all’interno del Duomo di Pisa, esiste, su di un capitello portante, un manufatto penso in marmo, riproducente un uovo, messo in un preciso angolo strutturale, che al 25 di marzo di ogni anno alle ore 12,00 si illumina con un raggio di Sole. Bello davvero. Grazie ancora e ricambio con tutto il cuore.

    • mandragola11 21 Marzo 2021 al 19:13 - Rispondi

      Caro garrulo1, in questi giorni a Pisa si celebra il capodanno pisano secondo la tradizione antica. L’uovo in S.Maria Assunta vi è collegato insieme al motto “chi cerca, l’uovo trova”.

  16. Fleurdelys 21 Marzo 2021 al 12:07 - Rispondi

    Grazie Admin dei buoni auspici che ricambio augurando a Tutti Luce e Salute nel giorno consacrato al ritorno di Proserpina e dei suoi doni.

  17. Mag 21 Marzo 2021 al 10:01 - Rispondi

    Grazie per questa immagine di Vita, possa la nostra profonda energia vitale superare tutti gli impedimenti e sbocciare con forza.Buona Primavera a tutto il Pianeta, a tutta l’umanità, alla nostra Fratellanza
    Grazie cari Maestri

  18. ANTONIO VITALONE 21 Marzo 2021 al 09:42 - Rispondi

    Ringrazio Admin ed auguro, sentendo mie le parole di •Jeliel, Luce a tutti gli esseri in evoluzione. Vi abbraccio tutti.

    • Angelo 22 Marzo 2021 al 23:33 - Rispondi

      Un profondo ringraziamento ai Nostri +++++Maestri per questo augurio di rinnovamento e rinascita e per la Loro presenza costante, rasserenante e portatrice di Pace, Bene e Amore.
      Auguro a Tutti uno splendido inizio di anno magico nella ricerca costante della nostra evoluzione e della nostra continua rinascita.
      Che per Tutti l’Opera Nostra sia Faro di Luce e Amore.
      Grazie +++++ Maestro.

  19. alchemilla68 21 Marzo 2021 al 09:34 - Rispondi

    Grazie alla Direzione e ai Maestri per l’Augurio di Rigenerazione nella finalità di Bene della Miriam, Grazie e ricambio

  20. loredana 20 Marzo 2021 al 22:38 - Rispondi

    Grazie mai come ora è tempo di ri-nascere

  21. Bianca 20 Marzo 2021 al 21:34 - Rispondi

    Ringraziando Admin auguro a tutti una buona Prima-Vera un rinnovato inizio e una ri-nascita piena di luce bene e salute.
    un forte abbraccio
    Bianca

  22. Diogenonn-- 20 Marzo 2021 al 21:34 - Rispondi

    Che le Tue parole +++++Maestro possano veramente iniziare a farsi “carne” x tutti noi, per riuscire a centrarci sempre più all’Opera di Miriam e beneficare così noi stessi e quelli a noi più vicini affratellandoci con tutti coloro che anelano alla Luce.
    Grazie di ❤️

  23. Mercurius3 20 Marzo 2021 al 20:10 - Rispondi

    Riconoscente, fedele al Cammino, ringrazio anch’io per l’energia e l’Augurio luminoso che ADMIN ha trasmesso nell’etere

  24. Mary Pru 20 Marzo 2021 al 20:04 - Rispondi

    L’immagine dell’uovo con il suo guscio protettivo con la sua forma essenziale, elegante è affascinante :” l’UNO che tutto in sè contiene”, la forza poi, l’impeto della Prima-Vera rompe gli involucri dei semi facendo scaturire la vita in tutta la sua bellezza.
    Grazie Admim, grazie Maestri accolgo gli auguri e li ricambio e che la “coscienza spirituale si risvegli” acquisendo consapevolezza.

  25. Eris 20 Marzo 2021 al 19:25 - Rispondi

    RINGRAZIO PER IL FELICE AUGURIO . un abbraccio a tutti
    ERIS

  26. viola 20 Marzo 2021 al 18:05 - Rispondi

    Grazie ADMIN per i preziosi e graditissimi auguri che ricambio di cuore : Buon Equinozio di Primavera a tutti

  27. mandragola11 20 Marzo 2021 al 17:33 - Rispondi

    Grazie alla Direzione per gli Auguri, ricambiati di cuore ed estesi a tutto il Popolo di Miriam di Bene, Luce e Salute. Buon Equinozio, che porti equilibrio che ce n’è davvero tanto bisogno.

  28. catulla2008 20 Marzo 2021 al 17:27 - Rispondi

    Grazie Admin di questo luminoso Augurio! Che il Sole “spazzi le tenebre della gran notte dei fantasmi passionali…e illumini l’ignoranza di colui che ha sete di verità eterne”: perché l’Uovo è il Sole per noi, la Madre, la Stella che tutto nutre e provvede. Quindi che le Tue Parole giungano a tutto il popolo di Miriam, e siano foriere di Vita per la Salute di questa nostra fragile umanità.
    A tutti quelli che credono, che amano, che sperano e pure a quelli che stanno naufragando, ma che sono comunque nostra carne: FIAT LUX.
    Un abbraccio a Tutti i Fratelli e le Sorelle di ogni Ordine e grado.

  29. Enrico 20 Marzo 2021 al 17:25 - Rispondi

    Grazie Maestro. Auguri a tutta la Fratellanza

  30. ondina 20 Marzo 2021 al 16:52 - Rispondi

    Grazie di cuore Admin per gli auguri che ricambio e per il messaggio di speranza e certezza del trionfo della luce in questa primavera !
    Auguri a tutta la Fratellanza e a tutti i naviganti

  31. L. J. Aniel 20 Marzo 2021 al 16:26 - Rispondi

    Auguri a tutti per “il trionfo del Sole in Ariete, cioè il risveglio della coscienza spirituale generatrice dopo il sonno dell’inverno”, come ci ricorda il nostro Maestro Kremm-Erz, in unione con la D+G+ e i Fratelli e Sorelle di ogni ordine e grado!

    ● L.J. Aniel

  32. Jeliel 20 Marzo 2021 al 15:59 - Rispondi

    Raccolgo l’augurio di Admin come una gemma preziosa – e la Primavera ne è dispensatrice generosa – con il cuore e la mente rivolti, nel medesimo augurio, alle Sorelle e ai Fratelli tutti, così come a «ogni essere in evoluzione sintonico col vero».
    La primavera segue infallantemente i rigori invernali, così come ogni parto i travagli dolorosi ma necessari. Allora, che questo Equinozio di Primavera sia come Admin auspica: foriero di Luce!
    Un caro e fratermo abbraccio a tutti.
    • Jeliel

  33. decla 20 Marzo 2021 al 15:41 - Rispondi

    GRAZIE ADMIN …. che il mondo intero possa rifiorire e fruttificare, attraverso la Forza della Vita, solo Bene e Salute ….. Auguri a tutte/i noi ……

  34. seppiolina74 20 Marzo 2021 al 14:51 - Rispondi

    Grazie Maestro e ricambio di tutto cuore! Mi ha colpito il fatto che nell’immagine le radici siano rigogliose e tenaci nel legarsi alla terra,anche se mi sembra una terra un pochino arida,dura…Il messaggio che ho percepito è un anelito alla speranza, perché dentro il nostro ” involucro” c’è tanto, c’è tutto, anche se a volte non sembra! E ancora una volta, mi arriva il concetto della Fiducia, che i Maestri con pazienza e amore cercano di trasmetterci come un vero e proprio strumento di Salute! Auguro una meravigliosa Primavera a tutti!

  35. wiwa70 20 Marzo 2021 al 12:09 - Rispondi

    Davvero grazie, cara Admin per l immagine così tanto evocativa di Luce, Salute e Rigenerazione per TUTTI in questa nuova Primavera di Vita! Ricambio di tutto cuore! Buon equinozio a tutti noi

  36. Davide 20 Marzo 2021 al 12:04 - Rispondi

    Felice Equinozio a tutti voi
    un caloroso abbraccio
    Davide

  37. Daniel56 20 Marzo 2021 al 12:01 - Rispondi

    Grazie per gli auguri e che si possa fiorire tutti alla Luce dell’Amore.

  38. Macrobio 20 Marzo 2021 al 11:14 - Rispondi

    Con la speranza che i germogli attecchiscano e che la Primavera porti a noi tutti quello di cui abbiamo bisogno in armonia con la nostra Via evolutiva , contraccambio di cuore.
    Un abbraccio e un ringraziamento al nostro amato Admin e un caro augurio di Luce a Salute a tutte/i!.

  39. Cingallegra 20 Marzo 2021 al 10:25 - Rispondi

    Accolgo gli auguri, di rigenerazione, fertilità e fioritura, che ogni cosa muti in luce e salute, e germogli come nella foto dell’uovo-mondo.
    Un fraterno abbraccio a tutti

  40. tulipano 20 Marzo 2021 al 10:22 - Rispondi

    Ringrazio Admin e ricambio gli Auguri con immensa gratitudine. Auguri a tutta la Fratellanza! Che in ognuno di noi la Forza Vitale possa manifestarsi prorompente come in questa bella immagine!

  41. m_rosa 20 Marzo 2021 al 10:20 - Rispondi

    Grazie alla Direzione per gli auguri che ricambio e giro a tutti gli utenti. L’immagine emblematica è bellissima mi ha fatto venire in mente l’ultimo verso di una poesia:
    …“guarirono completamente la terra
    così come erano guariti loro.”
    La nostra speranza per un futuro migliore

  42. kridom 20 Marzo 2021 al 10:09 - Rispondi

    Buon Equinozio di Primavera a te, cara Admin, e a tutti i lettori e lettrici del sito. Un abbraccio

  43. tanaquilla9 20 Marzo 2021 al 09:45 - Rispondi

    Grazie Admin per gli Auguri. Auguri mai tanto necessari.
    Che bello l’uovo pieno di vita fra il cielo e la terra.
    Ricambio con affetto e gratitudine a Te e li estendo a tutti noi che abbiamo la fortuna di essere in questo sito.

Scrivi un commento

tredici − sei =

 

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Normativa Privacy