CALENDARIO LUNI-SOLARE (annuale)

Home/News/CALENDARIO LUNI-SOLARE (annuale)

CALENDARIO LUNI-SOLARE (annuale)

NUOVO – La Direzione informa che dall’anno 2015 la pubblicazione mensile delle “Lunazioni” di Giuliano Kremmerz è stata sospesa.

Terminato infatti l’avvicendarsi delle 33 Lune che, per quanto concerneva il Primo Ciclo, replicavano la puntata ex 212 delle “Lunazioni”, si è ritenuto dover interrompere anche la pubblicazione del Secondo e Terzo Ciclo in quanto non più collegabili alle coordinate dettate dal Primo Ciclo.

Si pubblicherà pertanto in questa pagina un “calendario-lunario” annuale  per far sì che tutti coloro che ci seguono su kremmerz.it e in particolare tutti gli appartenenti regolari e ortodossi alla Schola, possano uniformare  alle stesse date e agli stessi orari, gli uni  la propria libera sperimentazione, e gli altri la propria operatività miriamica rituale e terapeutica.

Inoltre, qui di seguito si pubblicano alcuni stralci da una lettera del settembre 1918 inviata dal Kremmerz  a Luciano Galleani  (inedita, ma integralmente riportata nella nuova edizione appena uscita del I Volume della Trilogia “La Pietra Angolare Miriamica“) in cui il Maestro rivela delle interessanti notizie relative alla stesura, da egli effettuata dal 1913 al 1930, delle “Lunazioni” e alle quali annotazioni la Delegazione Generale ha inteso di dovere, da ora in poi, uniformare sia le direttive utili a tutti gli appartenenti alla Schola, sia i suggerimenti dati agli eventuali liberi sperimentatori dei consigli delle “Lunazioni” che frequentano questo Sito, facendo però presente che nulla vieta, a chi lo vorrà, di continuare a sperimentare, ma ben inteso sotto la propria esclusiva responsabilità, i rimedi presenti nelle “Lunazioni” del Kremmerz, traendoli dal relativo libro e anche a prescindere dalle corrispondenze Lunari fin qui pubblicate in questo Sito.

E con l’augurio della Direzione per un Nuovo Anno splendente di Luce e prodigo di ogni Bene e Salute per TUTTI, si riportano i brani estratti dalla Lettera del Kremmerz e, a seguire, una sintesi del Lunario per tutto quest’Anno.

Carissimo Luciano, la tua osservazione critica sulla incompatibilità dei tre differenti cicli lunari nella applicazione pratica, è logica. Ma quando cominciai a raccogliere quelle note io volli dare le annotazioni 1°) del ciclo egizio di 28 anni. 2°) del ciclo divinatorio astromantico del medioevo. 3°) del ciclo arabo di 11 anni. Per dare la cosa completa feci male di completare, per particolari riferentisi alle medicine, il primo ciclo con gli altri due, anche per altre ragioni. Per es. i nomi delle lune sono solamente del 1° ciclo egizio. Più il 2° ciclo e il terzo in minimissima parte si occupano di medicamenti, e come vedi il ciclo arabo che è l’ultimo è sempre rachitico perché si occupa di tutto meno che di medicamenti. Dovevo arrestarmi al Primo ciclo, ma oramai come rimediare? Penserei di fare una nota pei praticanti, ti pare che faccio opportunamente a spiegare questo che ti ho detto? (N.d.R.: cfr. la Nota alla 73^ puntata del gennaio 1919 nel libro delle “Lunazioni”) … Quali sono le ragioni astronomiche di cicli di 17, 28 e 11 anni? Chi lo sa? Pare che i discepoli della scuola di Tolom (Tolomeo?) abbiano perpetuato un assioma del loro maestro senza spiegarlo – aforisma che preso alla lettera è assurdo e che nonpertanto è servito di base alla formazione del 2° e 3° ciclo. Questo aforisma è il seguente:

Dopo 11, 17, 28 anni le lunazioni si ripetono con virtù identiche.

Preso alla lettera è un errore, perché se la luna è identica dopo 11, non è più tale dopo 17 e tantomeno dopo 28. Dunque volevano dire altra cosa? Nonpertanto gli arabi di Toledo presero il ciclo di 11 e quelli che seguirono lo Scaligero fino a Nostradamus il ciclo di 17… Invece quelle poche osservazioni del ciclo egizio è vero che sono oscure come leggi, ma in pratica sono di una precisione impressionante in molti casi. Un’altra cosa. Qual è la legge per la scelta dei fausti e nefasti secondo gli egizi e secondo i medievali? Chi la sa. Ci sono restate le affermazioni empiriche. Molte adattazioni che si riferiscono a medicamenti relativamente moderni sono prese coi caratteri delle signaturae rerum da annotazioni di un anonimo che delle volte mi pare il fu marchese del Castelluccio e a volte del fu Nicolacci di Monteleone, dottore e medico iniziato e la cui vita fu una continua peregrinazione, altro che l’ebreo errante!… “

Anno 2017

Calendario LUNI-SOLARE per l’anno 2017:

Mese di Gennaio 2017

Il Sole entra in Acquario il 19 Gennaio alle ore 22.24 

Mese di Febbraio 2017

Il Sole entra in Pesci il 18 Febbraio alle ore 12.31 

Mese di Marzo 2017 

Il Sole entra in Ariete il 20 Marzo alle ore 11.28 

Mese di Aprile 2017

Il Sole entra in Toro il 19 Aprile alle ore 23.27

Mese di Maggio 2017

Il Sole entra in Gemelli il 20 Maggio alle ore 22.31 

Mese di Giugno 2017

Il Sole entra in Cancro il 21 Giugno alle ore 06.23 

Mese di Luglio 2017

Il Sole entra in Leone il 22 Luglio alle ore 17.15

Primo Quarto 1° Luglioore  02.51
Luna Piena  9 Luglioore  06.07
Ultimo Quarto16 Luglioore  21.25
Novilunio 23 Luglioore  11.45

Mesi di Luglio – Agosto 2017

Il Sole entra in Vergine il 23 Agosto alle ore 00.20

Primo Quarto30 Luglioore 17.23
Luna Piena  7 Agostoore 20.11
Ultimo Quarto15 Agostoore 03.15
Novilunio21 Agostoore 20.30

Mesi di Agosto – Settembre 2017

Il Sole entra in Bilancia il 22 Settembre alle ore 22.02

Primo Quarto  29 Agostoore 10.13
Luna Piena   6 Settembreore 09.03
Ultimo Quarto  13 Settembre ore 08.25
Novilunio 20 Settembreore 07.30
Equinozio d’Autunno 22 Settembreore  22.02

Mesi di Settembre – Ottobre 2017

Il Sole entra in Scorpione il 23 Ottobre alle ore 07.27

Primo Quarto28 Settembreore  04.53
Luna Piena  5 Ottobreore  20.40
Ultimo Quarto12 Ottobreore  14.25
Novilunio19 Ottobreore  21.12

Mesi di Ottobre – Novembre 2017

Il Sole entra in Sagittario il 22 Novembre alle ore 04.05

N.B. Dall’ultima domenica di ottobre (29) viene tolta l’ora legale 

Primo Quarto 28 Ottobreore 00.22
Luna Piena  4 Novembreore 06.23
Ultimo Quarto 10 Novembreore 21.36
Novilunio 18 Novembreore 12.42

Mesi di Novembre – Dicembre 2017

Il Sole entra in Capricorno il 21 Dicembre alle ore 17.27

Primo Quarto26 Novembreore  18.03
Luna Piena  3 Dicembreore  16.47
Ultimo Quarto10 Dicembreore  08.51
Novilunio18 Dicembreore  07.30
Solstizio d’Inverno21 Dicembreore  17.27

Mesi di Dicembre 2017 – Gennaio 2018

Primo Quarto26 Dicembreore  10.20
Luna Piena  2 Gennaio 2018ore  03.24
Ultimo Quarto  8 Gennaio 2018ore  23.25
Novilunio17 Gennaio 2018ore  03.17

_________________________________

Plenilunio di Solleone: 7 Agosto ore 20.11

                    Agape Rituale: 7-8 Agosto.

Equinozio Primavera:          20 Marzo           –  ore 11.28

Solstizio Estate:                     21 Giugno         –  ore 06.23

Equinozio Autunno:              22 Settembre   –  ore 22.02

Solstizio Inverno:                 21 Dicembre    –  ore  17.27

 

N.B. Dalle ore 02.00 del 26 Marzo alle ore 03.00 del 29 Ottobre vige l’ora legale. Per questo periodo le ore indicate nel calendario sono state aumentate di una ora rispetto al T.M.E.C.

______________________________________

Eclissi di Luna 2017

Eclissi parziale di penombra: 11 Febbraio 2017

Eclissi parziale di ombra: 7 Agosto 2017

Eclissi di Sole 2017

Totale centrale: 21 Agosto

 

 

 

About the Author:

14 Commenti

  1. sannitica2011 9 giugno 2017 al 20:55 - Rispondi

    La luna è sempre stata identificativa di ogni mese, sia per i calendari lunari sia per i solari in molte culture antiche. Il M. Kremmerz nelle “Lunazioni”, riporta che il I ciclo assegna nome ad ogni luna, mese per mese, secondo le conoscenze templarie del Tolom egiziano. Così era anche per le tribù dei nativi d’America, che davano nome ad ogni luna di ogni mese. Popoli che, più o meno sapienti, erano in rapporto costante col macrocosmo.Il plenilunio del 9 giugno, quello di oggi, è soprannominato “Strawberry Moon”, luna delle fragole, perché in Nordamerica, come in Europa, in questo periodo c’è la raccolta delle fragole. Buona serata a tutti, con l’ultima luna piena di primavera e la congiunzione Luna-Saturno, questa sera osservabile ad occhio nudo. Dicono che Saturno apparirà come un puntino luminoso vicino alla Luna.

  2. Shedyet 29 gennaio 2017 al 12:59 - Rispondi

    In Svizzera, uno studio congiunto del Centro di cronobiologia dell’Università di Basilea e del Centro per la medicina del sonno di Zollikon ha dimostrato che il ciclo lunare modula il sonno (e la melatonina) nel corpo umano, fornendo così la prova di una influenza diretta su di noi da parte del nostro satellite e delle sue fasi.
    In particolare si è constatato che intorno alla Luna Piena il tempo di addormentamento è cresciuto di 5 minuti o più, mentre il periodo di sonno non-REM (cioè del sonno profondo) è diminuito del 30%: tutto ciò a fronte di una diminuzione dei livelli di melatonina endogena. La sperimentazione, condotta in laboratorio in condizioni rigorosamente controllate per escludere un effetto diretto della luce sulle persone analizzate, fornisce la prova attendibile che il ritmo lunare è in grado di modulare la struttura del sonno negli esseri umani e che, più in generale, la biologia dell’essere umano è influenzata dalle fasi lunari.
    La pubblicazione esordisce con “La credenza popolare circa l’influenza della luna piena sull’essere umano esisteva senza che sino ad ora tale idea avesse trovato conferma in una solida prova scientifica…”. E va da sé che la notizia è destinata a suscitare scalpore.
    Per chi fosse interessato a saperne di più, ecco il link dello studio pubblicato
    http://ac.els-cdn.com/S0960982214005429/1-s2.0-S0960982214005429-main.pdf?_tid=348cea08-e619-11e6-b0b4-00000aacb35f&acdnat=1485690841_1011fd5649c68d4fd2976d920b6bc593.

  3. sannitica2011 28 gennaio 2017 al 14:26 - Rispondi

    Mi ha incuriosita la notizia che oggi 28 gennaio (giorno di novilunio) cade il Capodanno cinese che ci porterà nell’anno del gallo. (Il calcolo per determinare il capodanno affonda le radici nel calendario lunare orientale che stabilisce quando ogni anno prenderà inizio, in coincidenza col II Novilunio e col termine del Solstizio d’Inverno). L’astrologia orientale alterna a ogni segno anche un elemento (gli elementi sono cinque: terra, metallo (o oro), acqua, fuoco e legno), così il 2017 sarà l’anno del Gallo di fuoco, una combinazione che si ripete ogni 60 anni e l’astrologia cinese dice che il fuoco aiuterà a distruggere e a consentire una rigenerazione indispensabile per accedere al futuro.
    Giuliano Kemmerz nel Mondo Secreto (Vol. I, II fasc. 1898, p.120) scrive: “ Io stesso, dacché venuto dal Celeste Impero, presi conoscenza delle fiorite sponde italiche, pensai che la ricostituzione della Scuola Italica Pitagorica potesse ritornare in vita…”. Se il Celeste Impero si riferisce alla Cina, la sua cultura ebbe radici antichissime e la leggenda associa i 12 animali che danno nome ai 12 segni astrologici al Buddha.
    Un saluto a tutti

  4. filosobek 1 gennaio 2017 al 12:23 - Rispondi

    Alla Miriam, I-Dea luminosa di Salute su ogni piano, alla forza e alla virtù dei Maestri che in catena ininterrotta ne hanno tramandato, ne tramandano e ne tramanderanno il profumo, a tutti i Fratelli e le Sorelle e ai praticanti di buona volontà, a tutti i numeri che attratti dalla rosa aspireranno a trarne giovamento l’augurio che si realizzi un mondo diverso, più bello e più vero. L’inizio convenzionale di questo 2017 possa quindi essere a capo di una visione a 360 gradi per 365 giorni migliori.

  5. eris 28 ottobre 2016 al 19:38 - Rispondi

    da considerare in periodo di digiuno anche lo zucchero ,Per assumere il bel colore bianco che lo contraddistingue lo zucchero viene sottoposto a un processo di sbiancamento per il quale vengono adoperati filtri derivati da carbone animale, detti anche “neri di ossa” perché ottenuti dalle ossa di animali. Un processo di raffinazione che, tra l’altro, impoverisce moltissimo lo zucchero dal punto di vista nutrizionale. Per questo, è preferibile usare come dolcificante prodotti più salutari e vegan friendly come lo zucchero grezzo di canna (non raffinato), il malto, ottenuto dalla germinazione dei cereali, o gli sciroppi di acero e agave. poi ribadisco per chi utilizzasse il vino in tale periodo che anche questo potrebbe essere stato stabilizzato con il Sangue di Bue defibrinato (disidratato a bassa temperatura e ridotto in polvere fine).

    • wiwa70 6 novembre 2016 al 12:19 - Rispondi

      Ringrazio per le informazioni di eris sul digiuno lunare davvero utili che suggeriscono di dover sempre approfondire nella nostra pratica ermetica gli elementi a disposizione e non dar nulla mai per scontato, come ogni sperimentazione, svolta scientificamente, richiede e siccome, si sa, “la Legge non ammette ignoranza” questo mi induce a cercare di essere sempre sveglia, attiva e consapevole di tutto ciò che ci circonda! Tempo fa mi è successo di cadere dalle nuvole, quando ho scoperto, pregando per un ammalato, che il mezzogiorno astronomico non è sempre alle 12 ma piuttosto al culmine(zenit credo che si dica!) del giorno di quel momento preciso della stagione e dell’anno e per essere sempre sicura e aggiornata mi sono scaricata gratuitamente una app sul cell che mi indica l’orario preciso ovunque mi trovi….è stata una bella lezione…quando sei certo di sapere, è la volta che… sicuramente non sai!!!! Rivolgo un caro saluto alla Direzione e in particolare ai Fr e Sr che in questi giorni si sono trovati a vivere difficili momenti nelle zone del sisma del Centro Italia

  6. mandragola11 8 dicembre 2015 al 20:16 - Rispondi

    Ringrazio infinitamente per il calendario e le precisazioni sulle Lunazioni. Contraccambio inoltre fraternamente gli auguri per tutta la Fratellanza. Sto rileggendo la Pietra Angolare Miriamica e ogni volta sono colpita dalla mole di documentazione storica.E riflettevo il bene che scaturisce da questa tendenza a favorire l’analisi obiettiva della Schola e dell’operato ortodosso, cioè aderente ai dettami originari, di Coloro che ne hanno portato il testimone. Credo che sia la migliore medicina contro ogni interpretazione mistica e personalistica (nella migliore delle ipotesi!) tipica della profanità.

  7. sal 10 gennaio 2015 al 21:53 - Rispondi

    In queste notti limpide chi ha la fortuna di vivere in zone meno inquinate del pianeta può osservare nelle prime ore della notte le costellazioni zodiacali del Cancro e poi del Leone. Il fatto che la permanenza del sole in Capricorno e poi in Acquario consentano l’osservazione delle costellazioni loro opposte ha dato adito nella storia simbolica a tutta una serie di deduzioni che il Maestro Kremmerz così ermeticamente riassunse: “Il valore delle cose attive emerge dal loro contrario”.
    Apprendo che lo sciame di stelle cadenti attivo in questo periodo, quello delle Quadrantidi, è noto anche come sciame delle Bootidi in quanto le meteore paiono provenire da una zona posta all’incirca a una decina di gradi a nord della costellazione del Boote (per intendersi quella costellazione ricolma di stelle doppie come Asellus Tertius, Venabulum, Princeps, Izar …. In magnitudine crescente).
    Sempre in questo periodo dal nostro emisfero è osservabile la costellazione della Colomba: sul bordo della via Lattea deve il proprio nome al mito che la vorrebbe in avanscoperta prima che la Nave degli Argonauti attraversasse il canale delle Simplegadi. Liberata la colomba il suo passaggio, per quanto di stretta misura, indicò ai pellegrini che l’insidioso varco tra i sassi ciani era aperto.
    Essi viaggiavano verso la Colchide, patria delle Amazzoni … Cercavano in quei luoghi il vello d’oro.
    Ma, se non fosse stato per Medea, Giasone non sarebbe stato protetto dalle fiamme, non avrebbe intuito il sasso da lanciare per far sì che i denti del drago non lo attaccassero, non avrebbe avuto la pozione capace di addormentare il drago.
    Il valore delle cose attive emerge dal loro contrario… Eroi furono gli uomini che vennero amati dalla Donna mandata da Venere per volere della Madre degli Dei.
    Come in alto, così in basso, speriamo tutti in un futuro splendente di Luce e prodigo di ogni Bene e Salute, così come auspicato dalla nostra Direzione!

  8. A.Detommaso 5 gennaio 2015 al 19:28 - Rispondi

    L’espressione: “elasticamente” adottata da mandragola, mi riconduce al Metodo Ermetico della Scuola; dove troviamo anche tra gli altri aspetti – quello Scientifico. In considerazione dell’informativa di cui sopra trasmessa dalla Direzione, personalmente riscontro Scientificità, in ciò che attiene in generale – alla millenaria Tradizione Ermetica. Per es., nello specifico al tema di questa pagina che chiama in causa, Culture tra loro lontane, o meglio: Tradizioni Iniziatiche, in cui il tempo e lo spazio ne hanno tracciato la distanza – le Finalità di Bene Fissate, Pro Salute Populi, le riunisce in Unico obiettivo! Se pensiamo poi a quegli Esseri Intelligenti che detenevano in SÈ,
    ( per parafrasare Kremmerz), la Coscienza del Vero, riuscendo pertanto ad Intuire le Leggi della Natura e, , ma Applicare la “Scienza delle Scienze” – Determinandone senza errore gli Effetti Voluti in Virtù della L. di Giustizia! Potrei continuare sostenendo che: la costante delle risultanze prodotte e raccolte in conseguenza a questi Atti non possono che edificare nella Vita di questi rari Individui – 1 consolidata Esperienza, successivamente manifestata e Testimoniata attraverso la letteratura che oggi come ieri, rilevandone i contenuti, trasmettono conoscenza. Come non riscontrare Scientificità in tutto questo!
    Il Maestro nelle sue “Anotazioni sulle influenze siderali e lunari sulle piante i medicamenti le infermità del corpo umano ed i prognostici di guarigioni e di morte”, integralmente pubblicate nel libro: “Lunazioni”: ( Ed. M.ca – 1992 ) – nell’ambito della galassia di queste Arcane Scienze, costellate da numerosissime informazioni prevalentemente di natura Terapeutica – ivi, ne attinge i rimedi, dichiarando preliminarmente:-

    1ª Puntata

    ” Il sottoscritto, avendo potuto leggere e consultare i libri non ancora profanati di Izar, commentati dal suo discepolo B-ANUR di Tebe ( che la custodia del G .•. O .•. E .•. sottrae ai grammatici volgari e agli astronomi ignoranti di astrolomantia ) crede di compiere opera buona ricavandone pei volgari queste annotazioni,” … etc

    ( concludendo l’introduzione della prima puntata così:)

    ” Queste annotazioni possono giovare a tutti, in tutti i casi, in tutti i bisogni della vita. Devono essere dati i consigli ivi contenuti per carità, senza farne mercato, perché Izar li ottenne da Ermete per farne il bene dei poveri. Gli avari che ne facciano commercio perderanno nei beni, nei possedimenti, nella pace cinque volte tanto quanto il prezzo del loro delitto.
    Non avranno effetti questi dettami astromantici sugli uomini che sono vili innanzi alla sofferenza e crudeli per la fama, il diritto e le necessità altrui. Aggraveranno i mali e i dolori di colui che ha voluto nuocere ai prediletti di Ermete. Deus vult.”

    Questo solo uno stralcio della magistrale Opera!

    Riconducendomi all’intervento di mandragola, confesso di attendere con qualche “ansia”, di presenziare alla prossima seduta accademiale, per poter ricevere le mie copie della Pietra Angolare Miriamica!
    Adesso mi fermo per qualche istante, ed in ricettiva “meditazione” sull’Infinito AMORE, dell’Amato Maestro
    M.A. Iah-Hel, inerendomi al post di mercurius, le invio un Abbraccio e Abbracciando Lei ed in Lei Tutto il Popolo di MIRIAM!

  9. mercurius3 4 gennaio 2015 al 09:43 - Rispondi

    Grazie anche da parte mia per la solita trasparenza, chiarezza, onestà e scientificità del M° M.A. Iah-Hel, tutte doti partorite da un Amore Infinito
    Abbraccio Lei ed in Lei tutti I FFrr+ ed i viaggiatori di questo Sito

  10. A.Detommaso 4 gennaio 2015 al 01:05 - Rispondi

    Ringrazio la Direzione per i chiarimenti forniti in questo post e x l’anticipazione circa la corrispondenza intrattenuta – che mi ha stimolato a consultare la puntata n. 73, contenuta nel libro: “Lunazioni”, edito dall’Editrice Miriamica nel 1992; a mio avviso – un volume di gran valore, se pensiamo alla miniera di informazioni ivi contenute! In effetti nella “Luna” del 1 gennaio 1919, vi sono precisazioni del Maestro G.K. che non lasciano dubbi sulle modalità di approccio ed interpretazione delle (Stesse) – una luce aggiuntiva x tutti i liberi cultori e sperimentatori di queste antichissime Tradizioni.
    Per altro mi appassionano molto i rapporti epistolari intercorsi tra i due Maestri, documentano l’inequivocabile Spirito di Servizio di Personaggi di certo Spessore, che hanno consacrato la loro Missione x una Finalità di BENE!
    Presumo rinverremo ampia testimonianza nella nuova pubblicazione della Schola: La Pietra Angolare Miriamica!

  11. mandragola11 3 gennaio 2015 al 19:52 - Rispondi

    Ringrazio la Direzione per il Calendario luni-solare.
    Ancora una novità che testimonia la perfetta sintonia della delegazione Generale di oggi del Maestro M.A.Iah-Hel con quella del Maestro Kremmerz.
    Come si vede tutto è in continua evoluzione e rigenerazione. Le direttive seguono un metodo scientifico che ha un senso e una ragione di verità scientifica, nella trasmissione millenaria della Tradizione Iniziatica.
    Questo mi fa riflettere su un punto emerso nell’ultima riunione accademiale in cui si rifletteva sul senso vero della sperimentazione ermetica che non si fissa su uno specifico sistema abitudinario fine a se stesso, ma che viceversa è elasticamente pronta a mutare azione e direzione sperimentale.
    Non vedo l’ora di partecipare alla prossima riunione, dove avrò anche il I° volume della Pietra Angolare Miriamica!
    Nell’attesa rinnovo gli Auguri a tutta la Fratellanza per un 2015 fruttuoso di Bene.
    A presto

  12. garrulo1 10 febbraio 2013 al 16:43 - Rispondi

    Agganciandomi al commento di Alfiero, vorrei aggiungere che medele quali incenso e carruba, ma anche uva passa, ottimamente influenzati in questa Luna, oltrechè facili a trovarsi, presentano anche la caratteristica dell’azione ad ampio spettro, in particolare per i primi due rimedi, come inibitori di virus e batteri, ma anche con virtù antinfiammatorie e addirittura cicatrizzanti. Utilizzabili mediante suffumicazioni, e per l’incenso, opportunamente pestato e polverizzato, in dosi minime come in omiopatia.
    iteressante da provare e trarne le opportune considerazioni, dopo ovvia consultazione della Lunazione di Febbraio 2013.
    Un saluto a tutti con l’augurio di un Buon Novilunio.

  13. Alfiero70 16 gennaio 2013 al 12:26 - Rispondi

    Interessante questa lunazione, sopratutto nel secondo ciclo che prevede per diversi rimedi l’uso dell’ incenso e della carruba, tuttavia di facile reperibilita.
    Un saluto caro

Scrivi un commento

 

Iscriviti alla Nostra Newsletter