Autori Ermetici

Home/Il Forum della Schola/Autori Ermetici

Home Page Forum Il Forum della Schola Autori Ermetici

Stai vedendo 14 articoli - dal 1 a 14 (di 14 totali)
  • Autore
    Articoli
  • tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 219

    Certamente è successo a molti di noi aver letto numerosi testi sulla tradizione ermetica occidentale. E’ un bene avere una cultura al proposito, anche se tutto va sempre accolto e digerito con spirito critico, soprattutto se si tratta di cose poco certificabili. Non abbiamo nulla, ad esempio, contro le ipotesi dell’Atlantide sommersa, ma non possiamo al momento averne certezza. Leggete di tutto, scrive il Kremmerz, ma credete solo a quanto vi consta per esperienza. Ciò che voglio mettere in evidenza è che alla divulgazione della dottrina ermetica del Maestro Kremmerz egli ha affiancata una Schola ove è previsto mettere in pratica quanto si è letto, affinché ogni postulato ermetico divenga carne della propria carne, divenga una propria esperienza e se ne prenda profonda coscienza. Personalmente ho letto molti anni fa La Cabala Mistica di Dion Fortune, ma non mi è rimasta molto impressa nella memoria, nè condivido la sua convinzione medianica di avere rivelazioni da grandi maestri, le quali peraltro non hanno giovato neanche a lei. La scienza ermetica è positiva, scientifica e non procede sulla base di ispirazioni medianiche. Questa potrebbe essere una prima considerazione da tenere presente quando si leggono testi cosiddetti di tradizione ermetica, o sarebbe meglio dire di occultismo.

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 84

    Come ricorda tanaquilla informarsi, cercare, approfondire a 360 gradi i temi della Tradizione anche da ottiche diverse, è un approccio che ci è stato sempre consigliato, tenendo ben presente, però, che la mensa dalla quale ci nutriamo è una e che è materialmente impossibile percorrere due o più strade contemporaneamente. Per quanto mi riguarda mentre cerco la presenza della Miriam in ogni ambito in cui le contingenze o la curiosità o la vita stessa mi avvicina, nel contempo cerco anche dei collegamenti che mi permettono di capire meglio la Tradizione alla quale appartengo.

    Nikola Todorov
    Partecipante
    Post totali: 17

    Allora, vediamo se ho capito bene: è importante informarsi, ma poi, con spirito critico e sperimentale bisogna scartare le informazioni esterne alla Schola perché non sono certificate?

    Mi sembra una contraddizione, se siamo scienziati non dovremmo aver paura di sperimentare…

    Ciò detto, è ovvio che la pratica deve essere in linea coi dettami della Schola, perché se uno pratica tutto quello che deve praticare, con l’intensità giusta, non ha bisogno di altro…

    Però io la vedo così, noi siamo come una squadra di Calcio e abbiamo le nostre tattiche e formazioni ecc… però nel campionato esistono anche altre squadre, con moduli diversi e metodologie diverse… noi non siamo il Calcio…

    Daniel56
    Partecipante
    Post totali: 4

    L’informazione profana a cui siamo (sovra) esposti lascia spesso interdetti tanto che con difficoltà si riesce (e non sempre) a discernere bene e il campo della ricerca Ermetica non fa eccezione. Come orientarsi? Forse aldilà della editoria specializzata, seguendo l’approccio scientifico può essere utile per il nostro percorso rintracciare quanto di nuovo emerge nella divulgazione e che ci confermi in quelli che sono i principi della nostra Schola. Per esempio l’idea che tutto sia interconnesso in una “Rete della vita”, ben spiegato nell’omonimo volume di F. Capra, si ritrova nella serie di documentari “One strange Rock_ Pianeta Terra” della National Geographic che sto vedendo proprio in questi giorni. Se dal visibile dobbiamo cercare di conoscere l’invisibile, la Natura è il miglior libro da leggere come tante volte ha scritto il M. Kremmerz. Tornando agli autori “moderni”, ammetto che preferisco i classici di cui scopro ogni volta la sorprendente attualità e che cerco di studiare senza i commenti di curatori e critici. Ciò non significa disinteresse assoluto quanto, per rimanere nella metafora, cercare di apprendere bene i “fondamentali”.

    m_rosa
    Moderatore
    Post totali: 84

    Caro Nikola Todorov mi permetto di esprimere il mio dissenso sulle ultime righe del tuo post, non credo che ci siano coppe da vincere, non credo che porci gli uni contro gli altri in una sorta di “competizione”(?) sia in linea con l’ideale miriamico dell’ Unità dell’Esistente. Detto questo, forse non mi sono spiegata bene e ci riprovo, si tratta di cercare dei riscontri, dei collegamenti che ci possono aiutare meglio a capire la nostra tradizione. Direi che la metodologia di lavoro che abbiamo usato nell’elaborazione dei quaderni ne è un esempio: per comprendere il significato dei Timbri non ci siamo limitati a indagare nel solo ambito delle Tradizione Ortidossa della Schola ma, partendo da una contestualizzazione storica abbiamo fatto un’analisi mitico-simbolica, ermeneutica, scientifica e le risultanze ottenute non sono certo state scartate ma le si ritrova accolte all’interno dei Quaderni. E questo mi sembra la migliore dimostrazione di come, nel nostro indagare, non ci poniamo paletti se non quello di mantenere sempre una visione scientifica della realtà (almeno ci proviamo! Parlo per me)

    Nikola Todorov
    Partecipante
    Post totali: 17

    M_rosa, ti ringrazio, volevo chiedere scusa perché mi sono espresso male: l’esempio della squadra era avulso da ogni idea di competizione o gara. Semplicemente volevo esprimere una idea secondo cui l’obiettivo è unico, ma, a seconda delle specifiche caratteristiche di ogni Scuola, i metodi sono diversi…

    GELSOMINO
    Partecipante
    Post totali: 66

    Il Kremmerz ha indicato una strada, non credo che abbia mai asserito che sia l’unica e di sicuro , se ha fatto confronti si è limitato ad evidenziare le differenze ,senza mai entrare nel merito del giudizio ne’ del confronto. Il buon senso vuole che chiunque prima di fare una scelta si documenti e si informi nel miglior modo possibile , per poter decidere con cognizione di causa. Ma, una volta fatta la scelta, che senso ha continuare a guardarsi intorno e sperimentare o desiderare di sperimentare anche altro? Trovare le tracce della Tradizione Iniziatica (alla quale per libera scelta si è chiesto di aderire) nei testi antichi, nei simboli e nei luoghi a noi vicini e lontani, vederla nelle recenti scoperte scientifiche , ha tutto il senso di rendere pratico il concetto ermetico del non credere per fede(che non vuol dire non aver fiducia nelle Gerarchie),ma di darci conto personalmente che quanto viene indicato è vero ,perché anche noi lo abbiamo constatato per nostra diretta sperimentazione , e non perché lo ripetiamo a pappagallo.

    tanaquilla9
    Moderatore
    Post totali: 219

    Caro Fratello, poiché parli di scuole e metodi diversi, devo dire, per esperienza di vita vissuta e non per lettura di qualsivoglia libro, che la via evolutiva, quella che realmente ti trasforma nel Bene, è UNA (escludendo i percorsi mistici), proviene da una UNICA Fonte e il metodo che la informa e che ci plasma è del pari unico, ovvero il metodo ermetico sul quale ti consiglio di bene informarti. Ricordo che nei primi anni di iscrizione alla Schola l’allora Maestro diceva che prima di aver fatto una scelta si naviga nel mare magnum delle possibilità filosofiche. Poi, fatta la scelta, si dovrà riflettere su di essa per sempre meglio comprendere e comprendersi. Secondo il tuo esempio il Calcio, rispetto alle diverse squadre, è la via evolutiva; noi non facciamo parte di una squadra o di un’altra, ma dell’unica possibile che affratella da millenni tutti i liberi ricercatori in un unico Ideale. Altre iniziative, di alcune delle quali ho letto o conosciuto qualche aderente, non sono di natura iniziatica, ma hanno carattere psicologico o intellettualistico. Di molte altre invece bisogna stare attenti e pensare alla cattivissima fede dei loro propugnatori volti solo al loro personale tornaconto.

    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 66

    Nicola torodof, quando dici “Se uno pratica tutto quello che deve praticare, con l’intensità giusta, non ha bisogno d’altro…” che intendi? Per la mia esperienza di miriamica oltre all’intensità che immagino tu intenda come fervore, entusiasmo, tensione, è altresì fondamentale e ineludibile una verifica in via gerarchica da Chi è preposto a confermarti che stai procedendo in modo ortodosso. Questa conferma è quell’oggettivazione indispensabile per essere sicuri di non prendere abbagli sui risultati che si crede di aver raggiunto. Ognuno nel suo grado contribuisce a testimoniare questa trasmissione, dal Centro alla periferia. Ecco perché la nostra non potrebbe mai essere una gara o un torneo, qui tutti si cammina insieme in cordata agganciati al Capo della Catena nella finalità evolutiva di Bene. Inoltre, è importante questa oggettivazione per avere il prosieguo degli strumenti e delle istruzioni per andar avanti proprio nella pratica.

    Nikola Todorov
    Partecipante
    Post totali: 17

    Cara Tanaquilla sicuramente, come traspare da quanto scrivi, io ignoro molte cose e lo so, ho una grande voglia di informarmi e una ancora più grande mole di difetti da correggere… però io questo approccio non lo capisco proprio.

    “Altre iniziative, di alcune delle quali ho letto o conosciuto qualche aderente, non sono di natura iniziatica, ma hanno carattere psicologico o intellettualistico. Di molte altre invece bisogna stare attenti e pensare alla cattivissima fede dei loro propugnatori volti solo al loro personale tornaconto.”

    In pratica sostieni che attualmente non esiste nessuna altra realtà iniziatica al di fuori di quella che seguiamo noi, inoltre i loro membri sono anche in cattiva fede.

    Comunque il mio post era iniziato chiedendo che ne pensate degli autori di oggi, magari per ricevere qualche suggerimento di lettura, ma a quanto pare si è un po’ trasformato.

    Per Mandragola: si è come dici tu, con le parole “la giusta intensità” intendevo dire “compiutamente”

    • Questa risposta è stata modificata 3 settimane, 3 giorni fa da  Nikola Todorov.
    mandragola11
    Partecipante
    Post totali: 66

    A proposito degli autori di oggi, penso che ce ne siano che hanno delle luminose intuizioni e che sono tramiti di quell’Hermes di cui la Schola dice per l’appunto di non avere la privativa. Daniel56 cita Capra con La rete della vita, uno fra i vari testi interessanti segnalati dal Maestro anni fa durante i lavori nel Laboratorio Sperimentale della Schola. Quindi, come è stato detto, un conto è documentarsi per una cultura fine a se stessa e un conto è leggere in modo mirato ad una pratica sperimentale. In tal senso, qualora non l’avessi già fatto, ti consiglio i Corsi qui sul sito, dove trovi indicazioni sulle letture più consone e le risposte proprio alle obiezioni che hai fatto.
    Buona lettura e buona notte

    Nikola Todorov
    Partecipante
    Post totali: 17

    Grazie a tutti, scusatemi se mi infervoro, certe volte divento proprio un folletto dispettoso; le vostre parole sono sempre fonte di grande riflessione per me… sopportatemi un po’ ahahah.

    admin Kremmerz
    Amministratore del forum
    Post totali: 797

    Caro Nikola, le tue “interessanti” osservazioni meritano maggior attenzione e non possono essere liquidate nel Forum pubblico della Schola…
    Ti invito pertanto a trasferirle all’interno della sezione riservata ai soli iscritti in cui sia i Maestri, sia gli altri Preposti potranno essere più espliciti e di maggior ausilio per un confronto sereno e sincero con te stesso e con l’impostazione, i metodi e le posizioni della Schola, visto che per le tue contingenze, non riesci ad essere più presente alle riunioni sia plenarie che ordinarie.
    Lungi dal “sopportarti” fraternamente ti abbraccio.

    Nikola Todorov
    Partecipante
    Post totali: 17

    Grazie mille, mi rendo conto che la questione merita un approfondimento, almeno per me; sono altresì consapevole che tale approfondimento deve essere trattato in sede appropriata e in tal senso mi muoverò…

Stai vedendo 14 articoli - dal 1 a 14 (di 14 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

Iscriviti alla Nostra Newsletter